Assicurazioni: migliore informazione, consulenza e tutela per gli acquirenti  

Con il voto di martedì del Parlamento, che aggiorna le norme UE in materia di informazione e di consulenza offerte dal personale di vendita, la distribuzione e vendita di polizze assicurative sarà resa più facile e sicura grazie all'introduzione di nuovi requisiti a tutela dei consumatori simili per tutti i canali distributivi. Sono previste delle eccezioni.

Gli agenti assicurativi, qualora le nuove norme fossero approvate, dovranno registrarsi presso l'autorità competente nel proprio Stato membro d'origine e seguire un addestramento per soddisfare le richieste e le esigenze dei clienti. Gli acquirenti dovranno essere informati del costo complessivo delle polizze e, prima di firmarle, dovranno poter aver accesso a informazioni standard, a titolo gratuito e in un linguaggio chiaro e semplice, sul tipo di assicurazione, sugli obblighi derivanti dal contratto, i rischi coperti e quelli scoperti, i mezzi di pagamento e i premi previsti.


Per proteggere i clienti da una possibile incapacità finanziaria di un distributore di assicurazioni per la copertura diun premio o un credito, gli intermediari (broker o venditori) dovranno garantire una capacità finanziaria permanente pari al 4% della somma di tutti i premi annuali pervenuti, e mai inferiore a 18.750 euro.


Le regole non si applicheranno a tutta la distribuzione assicurativa. Sono infatti previste alcune eccezioni, per esempio quando l'assicurazione è complementare alla fornitura di beni o servizi e copre il rischio di danneggiamento o furto, o quando l'importo del premio pagato per il prodotto assicurativo non supera i 600 euro su base annua.



Dibattito: martedì 24 Novembre

Votazione: martedì 24 novembre

Procedura: codecisione, accordo in prima lettura

Hashtag: #Insurancemediation #insurance #consumerprotection