Unione energetica: le proposte del Parlamento 

Le proposte dei deputati per la creazione di un’unione energetica solida e “verde” saranno definite in una risoluzione non legislativa in discussione nella serata di lunedì e in votazione martedì. La risoluzione rappresenta la risposta del Parlamento a una comunicazione della Commissione presentata nel mese di febbraio. Inoltre, i deputati discuteranno e voteranno una risoluzione sull'interconnessione di forniture di energia elettrica in tutta l'UE.

La proposta di risoluzione esorta gli Stati membri a rispettare le raccomandazioni della Commissione in materia di fratturazione idraulica e sul sistema volontario per l'acquisto collettivo di energia. Si sostengono anche le proposte per sviluppare risorse energetiche europee proprie.


La seconda risoluzione, invece, evidenzia che un mercato interno dell'elettricità pienamente integrato potrebbe far risparmiare ai consumatori 12-40 miliardi di euro l'anno entro il 2030. Nel progetto di risoluzione che sarà votato, si propone che l’obiettivo del 10% di interconnessione entro il 2020 debba essere integrato da altri obiettivi più ambiziosi da raggiungere entro il 2030.


Dibattito: lunedì 14 dicembre

Votazioni: martedì 15 dicembre

Procedura: risoluzione non legislativa

Hashtag: #energyunion #energysecurity #climatechange #electricity