Cooperazione di polizia internazionale: i deputati votano due nuovi accordi 

Il Parlamento voterà due nuovi accordi in materia di cooperazione di polizia, tra l'Europol e gli Emirati Arabi Uniti martedì e tra l'Europol e la Bosnia-Erzegovina mercoledì. In base ai regolamenti vigenti, il Parlamento è solo consultato prima che il Consiglio stabilisca accordi con nuovi partner. Tuttavia, si è insistito affinché in futuro siano incluse, tra le clausole di revisione su tali accordi, norme in base alle quali il Parlamento potrà far valere il proprio parere.

Nota per i redattori

 

I negoziatori del Parlamento sul nuovo regolamento Europol hanno insistito su una clausola di revisione, per garantire che tutti gli accordi internazionali esistenti tra i Paesi delle agenzie e i Paese terzi siano valutati entro cinque anni dall'entrata in vigore del nuovo regolamento e per verificare che rispettino pienamente la protezione standard dei dati e siano conformi agli standard dell'UE in materia di polizia.

 

In base al trattato di Lisbona, il Parlamento decide su un piano paritario con il Consiglio su Europol. Una volta che il nuovo regolamento Europol entrerà in vigore, il Parlamento sarà chiamato a dare il suo accordo ai nuovi accordi internazionali di polizia.

 

 

Dibattito: lunedì 14 dicembre (sull'accordo con gli Emirati Arabi Uniti)

Votazioni: martedì 15 dicembre, mercoledì 16 dicembre

Procedura: consultazione

Hashtag: #terrorism #counterterrorism #Europol #UAE