Stop a esportazioni ai regimi autoritari di strumenti atti a spiare i cittadini 

Il Parlamento discuterà martedì e voterà mercoledì una proposta legislativa per estendere i controlli sulle esportazioni UE agli strumenti di cyber-monitoraggio che possono essere utilizzati per violare i diritti umani.

L'UE sta attualmente aggiornando le norme sul controllo delle esportazioni di prodotti a duplice uso (dual-use), per tenere il passo con le nuove tecnologie e impedire ai regimi autoritari di spiare i propri cittadini con l'aiuto di prodotti europei.


Le nuove norme aggiungerebbero alcuni strumenti di cyber-monitoraggio all'elenco dei prodotti che devono essere approvati dalle autorità nazionali prima di essere esportati. Si tratterebbe di dispositivi per intercettare telefoni cellulari, violare computer, bypassare password o identificare utenti di internet, adatti quindi a spiare oppositori politici e attivisti in tutto il mondo.


I deputati intendono rafforzare la tutela dei diritti umani, creando un sistema "a prova di futuro" in grado di affrontare rapidamente le nuove tecnologie.


Prossime tappe

 

La Plenaria sarà chiamata a confermare il mandato negoziale del Parlamento durante la sessione della prossima settimana a Strasburgo. Il Parlamento potrà avviare i colloqui con i ministri dell'UE non appena gli Stati membri avranno concordato la propria posizione comune.


Contesto

 

Alcuni beni e tecnologie hanno un duplice uso: possono infatti essere utilizzati in circostanze civili a scopo pacifico ma anche per costruire armi di distruzione di massa, portare a termine attacchi terroristici o facilitare le violazioni dei diritti umani. Nella lista di beni e prodotti figurano un’ampia gamma di oggetti: agenti chimici, tossine, apparecchiature elettroniche, laser, tecnologie di navigazione e nucleari, robotica e software.


L’attuale regime sul controllo delle esportazioni di prodotti e tecnologie a duplice uso risale al 2009 e le esportazioni sono controllate e autorizzate dalle autorità nazionali. È stato dimostrato che durante la "primavera araba" i regimi autoritari hanno utilizzato tecnologia europea per reprimere gli attivisti.



Dibattito: martedì 16 gennaio 2018
Votazione: mercoledì 17 gennaio 2018
Procedura: procedura legislativa ordinaria (prima lettura, mandato negoziale)

Hashtag: #dualuse #HumanRights