Shopping transfrontaliero: confronto tra i prezzi di spedizione  

Secondo le norme in votazione martedì, i consumatori e le imprese potranno comparare i diversi prezzi di spedizione di un pacco da o verso un altro Paese dell'UE.

Le norme imporrebbero ai servizi di spedizione di pacchi transfrontalieri di comunicare i loro prezzi alle autorità nazionali e alla Commissione europea e pubblicarli su un sito web dedicato, per consentire ai consumatori e alle imprese di compararli più facilmente, e potenzialmente contribuendo a ridurre le differenze irragionevoli. 


La Commissione ha proposto tali regole nell'ambito del pacchetto sul commercio elettronico, per accrescere le opportunità di acquisto e vendita di beni e servizi in tutta l'UE. Il testo è già stato concordato dai negoziatori del Parlamento e del Consiglio.


Secondo una consultazione pubblica della Commissione del 2015, è emerso che oltre due terzi dei consumatori avevano rinunciato ad effettuare un acquisto online perché ritenevano che i costi di spedizione transfrontalieri fossero troppo elevati. Dello stesso avviso, un sondaggio dell’Eurobarometro dello stesso anno rivolto alle imprese.


 

Dibattito: lunedì 12 marzo

Votazione: martedì 13 marzo

Procedura: procedura legislativa ordinaria, accordo in prima lettura (votazione finale)

Hashtag: #ecommerce #DSM