Le proposte del Parlamento per la lotta ai reati finanziari e fiscali 

Alla luce degli scandali finanziari degli ultimi anni, la Plenaria adotterà martedì una tabella di marcia per la revisione della legislazione fiscale e lotta ai reati finanziari.

Nella relazione finale di 70 pagine, frutto del lavoro di un anno della commissione speciale per reati finanziari, evasione fiscale ed elusione fiscale (TAX3), si chiede un miglioramento significativo della cooperazione tra le autorità nazionali in tutti i settori fiscali e finanziari, una nuova legislazione UE in materia e l’istituzione di nuovi organismi a livello europeo e globale come una polizia finanziaria UE e un organo di controllo europeo anti-riciclaggio.


Nella relazione si segnala inoltre che sette paesi UE - Belgio, Cipro, Ungheria, Irlanda, Lussemburgo, Malta e Paesi Bassi - agiscono potenzialmente come paradisi fiscali e si richiede la fine dei regimi dei visti d'oro.


Contesto


La commissione speciale TAX3 è stata istituita nel marzo 2018, a seguito delle continue rivelazioni degli ultimi cinque anni (Luxleak, Panama Paper, Football leak e Paradise paper). Ha tenuto 18 audizioni, 10 discussioni con vari ministri delle finanze e commissari europei, e quattro missioni conoscitive - negli Stati Uniti, all'Isola di Man, in Danimarca, in Estonia e in Lettonia.



Dibattito: lunedì 25 marzo

Votazione: martedì 26 marzo

Procedura: procedura di propria iniziativa

Conferenza stampa: martedì 26 marzo alle 15.30