Maggiore tutela dei consumatori per gli acquisti online e offline 

Le nuove norme UE per rafforzare i diritti dei consumatori e facilitare gli scambi transfrontalieri saranno discusse e votate in via definitiva martedì.

Le due direttive sui contenuti digitali e sulle vendita di beni, già concordate provvisoriamente dai negoziatori del Parlamento e del Consiglio, fanno parte della strategia per il mercato unico digitale, che mira a garantire un migliore accesso dei consumatori e delle imprese ai beni e ai servizi online in tutta Europa. Le nuove leggi armonizzano i principali diritti contrattuali, quali i mezzi e le modalità di ricorso e di rimborso a disposizione dei consumatori.


Direttiva sui contenuti digitali


Secondo le prime norme UE sui "contenuti digitali", chi acquista o scarica musica, applicazioni, giochi o utilizza servizi cloud sarà protetto più efficacemente nel caso in cui il contenuto o il servizio risultassero difettosi. Questi diritti per la tutela dei consumatori si applicheranno in egual misura ai consumatori che forniscono dati personali in cambio di tali contenuti o servizi e ai consumatori "paganti".


Direttiva sulle vendite di beni


La direttiva sulla vendita di beni si applica alle vendite online e offline (faccia a faccia), ad esempio, se un consumatore acquista un elettrodomestico, un giocattolo o un computer via Internet o allo sportello di un negozio locale. Anche i beni con elementi digitali (ad esempio frigoriferi "smart", smartphone e televisori o orologi connessi) rientrano nel campo di applicazione della presente direttiva.



Dibattito: martedì 26 marzo

Votazione: martedì 26 marzo

Procedura: procedura legislativa ordinaria, accordo in prima lettura (votazione finale)