Il lavoro dei deputati al Parlamento europeo 

I deputati al Parlamento europeo sono i rappresentanti eletti dai cittadini dell'UE: difendono quindi i loro interessi e quelli delle rispettive città o regioni d'Europa. Ascoltano i cittadini che esprimono preoccupazioni a livello locale e nazionale, nonché i gruppi di interesse e le imprese. Sono legislatori dell'UE ma possono anche interrogare la Commissione e il Consiglio dell’UE (composto dai ministri competenti dei paesi membri) e incoraggiarne l’azione. I deputati al PE svolgono un lavoro importante in merito alle grandi questioni attuali, come i cambiamenti climatici, i diritti umani e le modalità di regolamentazione dei mercati finanziari.


Il loro lavoro quotidiano è suddiviso tra le attività che svolgono per il proprio paese di origine e quelle in seno alle commissioni, nonché i dibattiti nei rispettivi gruppi politici oltre allen discussioni e alle votazioni in Aula. Possono inoltre far parte di una delegazione per le relazioni con paesi terzi, che comporta, talvolta, spostamenti al di fuori dell'UE.


Il lavoro nelle commissioni


Il Parlamento è suddiviso in 20 commissioni specializzate, il cui compito è quello di esaminare le proposte legislative che vengono presentate.


Le commissioni danno seguito alle proposte legislative attraverso l'approvazione di relazioni con emendamenti (una volta votati in commissione, prima delle discussioni e delle votazioni in Aula, gli emendamenti e le risoluzioni sono discussi dai gruppi politici). Le commissioni nominano inoltre i gruppi di deputati incaricati di condurre i negoziati con il Consiglio sulla legislazione dell'UE. Approvano quindi relazioni di iniziativa, organizzano audizioni con esperti e vigilano sull'operato degli altri organismi e istituzioni dell'UE.


Le commissioni sono composte da un numero di membri titolari compreso tra 25 e 73, cui si aggiungono altrettanti membri supplenti.


Ciascuna commissione elegge un presidente e fino a quattro vicepresidenti, scelti tra i suoi membri titolari, che andranno a formare l'"ufficio di presidenza della commissione" con un mandato di due anni e mezzo. La composizione politica delle commissioni parlamentari rispecchia quella dell'Aula.


Il Parlamento europeo può anche istituire sottocommissioni e commissioni temporanee speciali per trattare argomenti specifici e può nominare commissioni d'inchiesta per indagare su eventuali casi di violazione o di cattiva amministrazione del diritto dell'Unione.


Le commissioni parlamentari si riuniscono di solito a Bruxelles, le loro discussioni sono pubbliche e solitamente vengono trasmesse in streaming.