Perché alcuni gruppi di visitatori sono sovvenzionati? 

Il Parlamento europeo ritiene che il pubblico debba poter accedere facilmente ai suoi lavori e ai suoi locali, poiché considera la trasparenza un principio importante per l'esercizio dei diritti democratici nell'Unione europea. Dal momento che le spese di viaggio per Bruxelles e Strasburgo possono essere proibitive per molti cittadini dell'UE per via delle grandi distanze, il Parlamento contribuisce a coprire tali costi.


Gruppi sponsorizzati ufficialmente da deputati al Parlamento europeo 

 

Ogni deputato al Parlamento europeo può sponsorizzare fino a 110 visitatori all'anno, in gruppi di almeno 10 visitatori. I deputati possono invitare fino a 5 gruppi all'anno a Strasburgo o Bruxelles.


I visitatori sono accolti da funzionari che forniscono loro informazioni generali sull'UE e sul Parlamento. Hanno la possibilità di incontrare uno o due deputati e di visitare l'emiciclo dalla tribuna per il pubblico.


Le richieste e i contributi finanziari sono gestiti dal personale del Parlamento europeo. La sovvenzione è pagata mediante bonifico bancario, ma una piccola parte del contributo finanziario (fino a 40 EUR per visitatore) può essere versata al capogruppo affinché abbia a disposizione denaro contante il giorno della visita.


L'entità della sovvenzione è calcolata sulla base di tre fattori, moltiplicati per il numero di visitatori: le spese di viaggio, ovvero una tariffa basata sui chilometri (0,09 EUR a chilometro) della distanza tra il punto di partenza del gruppo a Bruxelles o Strasburgo, le spese per l'albergo in caso di pernottamento (massimo 60 EUR) e le spese per i pasti (massimo 40 EUR). Sono rimborsati soltanto i costi effettivi.


Il contributo finanziario finale non può superare i costi reali effettivamente sostenuti dal gruppo per la visita al Parlamento. Al termine della visita il capogruppo dichiara i costi effettivamente sostenuti durante la visita; l'eventuale eccedenza deve essere rimborsata al Parlamento.


Gruppi di “moltiplicatori di opinione


I gruppi di moltiplicatori di opinione invitati dalla Direzione generale della Comunicazione possono ricevere un contributo alle spese di viaggio pari al 50 % del tasso pro capite fissato per i gruppi sponsorizzati da un deputato.


Questi gruppi sono composti da moltiplicatori di opinione quali funzionari eletti, rappresentanti di categorie socioprofessionali, associazioni e movimenti di rappresentanza a livello nazionale o regionale, insegnanti, studenti di scuole secondarie e studenti universitari.


Giornalisti

 

Il PE invita i media locali, regionali, specializzati e nazionali degli Stati membri ad assistere alle sedute plenarie. Gli inviti sono rivolti ai media sulla base dei temi oggetto di discussione e di votazione in Parlamento, al fine di far conoscere meglio il processo decisionale dell'Istituzione. Le visite a Strasburgo e Bruxelles consentono ai giornalisti che lavorano negli Stati membri di assistere a seminari specifici relativi a importanti atti legislativi, di incontrare deputati e di intervistarli.


In questo modo, il Parlamento dà un aiuto ai giornalisti che, per via della distanza, non hanno accesso al PE con la stessa facilità con cui hanno accesso ai propri parlamenti nazionali.


Il Parlamento ritiene che consentire l'accesso al PE a tutti i media di tutti gli Stati membri rientri nel proprio dovere di trasparenza e ha creato a tale scopo questo programma di visite rivolto ai giornalisti. Il Parlamento europeo non è in alcun modo coinvolto nel lavoro eventualmente realizzato dai giornalisti.


L'invito alla seduta plenaria comprende il viaggio e due pernottamenti in albergo (massimo 180 EUR a notte).