Chi sono i deputati al PE che svolgono funzioni chiave e come sono eletti? 

Alla prima seduta plenaria successiva alle elezioni europee, il Parlamento elegge un nuovo Presidente, 14 nuovi vicepresidenti e cinque questori.


Tutte le cariche elettive al Parlamento europeo (Presidente, vicepresidente, questore, presidente e vicepresidente di commissione, presidente e vicepresidente di delegazione) sono rinnovate ogni due anni e mezzo, ossia all'inizio e a metà della legislatura quinquennale. Tali cariche possono essere riconfermate per un secondo mandato.


Nelle elezioni del Presidente, dei vicepresidenti e dei questori, si tiene conto della necessità di garantire un'equa rappresentanza degli Stati membri e degli orientamenti politici.


Il Presidente del Parlamento europeo


Il Presidente dirige le attività del Parlamento, presiede le sue sedute plenarie e adotta il bilancio annuale dell'UE. Il Presidente rappresenta il Parlamento all'esterno e nelle sue relazioni con le altre istituzioni dell'UE.


A gennaio 2017 Antonio TAJANI è stato eletto Presidente del Parlamento europeo.


Come è eletto il Presidente?

 

Il primo atto di un nuovo Parlamento europeo è quello di eleggere il suo Presidente. I candidati alla presidenza possono essere proposti da un gruppo politico o da un minimo di quaranta deputati. Le elezioni si svolgono a scrutinio secreto. Per essere eletto, un candidato deve ottenere la maggioranza assoluta dei voti espressi validi, ossia il 50% più uno.


Se nessun candidato è eletto al primo turno, possono essere nominati gli stessi o altri candidati al secondo scrutinio alle stesse condizioni. Tale procedura può essere ripetuta in un terzo scrutinio, se necessario, sempre applicando le stesse norme.


Se al terzo scrutinio non viene eletto nessuno, i due candidati che abbiano ottenuto il maggior numero dei voti in tale turno procedono a un quarto scrutinio, in cui vince il candidato che ha ottenuto il numero maggiore di voti. (In caso di parità in questa fase, è proclamato eletto il candidato più anziano).


Chi sono i vicepresidenti e i questori?


I vicepresidenti possono sostituire il Presidente nello svolgimento delle sue funzioni, qualora necessario, tra cui anche presiedere le sedute plenarie. I vicepresidenti sono anche membri dell'Ufficio di presidenza, l'organo responsabile di tutte le questioni amministrative, organizzative e relative al personale nel Parlamento.


I questori si occupano delle questioni amministrative che interessano direttamente i deputati al Parlamento europeo.


L'Istituzione conta 14 vicepresidenti e 5 questori.


Come sono eletti?

 

Le candidature alle cariche di vicepresidente e di questore possono essere presentate da un gruppo politico o da almeno 40 deputati. L'elezione dei vicepresidenti avviene con uno scrutinio unico segreto per tutti i candidati. L'ordine in cui sono eletti i candidati determina l'ordine di precedenza.


Chi sono i presidenti dei gruppi politici e come sono eletti?


Vi sono attualmente 8 gruppi politici al Parlamento europeo, ciascuno dei quali elegge il proprio o i propri presidenti. I presidenti e il Presidente del PE formano la Conferenza dei presidenti del PE.


La Conferenza dei presidenti è competente per l'organizzazione dei lavori del Parlamento e per la programmazione legislativa, decide in merito all'attribuzione delle competenze e alla composizione delle commissioni e delle delegazioni ed è responsabile per le relazioni con le altre istituzioni dell'UE, con i parlamenti nazionali e con i paesi non appartenenti all'UE.


Chi sono i presidenti delle commissioni e come sono eletti?


Durante le loro sedute costitutive (e quelle intermedie per l'elezione dei nuovi detentori delle cariche), le commissioni del Parlamento eleggono i rispettivi presidenti e vicepresidenti. Anche i presidenti e i vicepresidenti possono essere confermati per un secondo mandato nelle elezioni che si svolgono a metà della legislatura.


Ciascuna commissione elegge il proprio ufficio di presidenza, costituito da un presidente e dai vicepresidenti, in scrutini separati. Il numero di vicepresidenti da eleggere è determinato da tutto il Parlamento su proposta della Conferenza dei presidenti.


Le delegazioni interparlamentari permanenti del Parlamento (per le relazioni con i parlamenti dei paesi non appartenenti all'UE) eleggono anch'esse i rispettivi presidenti e vicepresidenti, utilizzando la stessa procedura delle commissioni.


Chi sono i coordinatori nelle commissioni e come sono eletti?


I gruppi politici eleggono i "coordinatori" per le commissioni parlamentari, che rappresentano il leader politico di ciascun gruppo all'interno di ogni commissione. Essi coordinano il punto di vista del loro gruppo sui temi all'esame della commissione e, insieme al presidente e ai vicepresidenti, organizzano il lavoro della commissione.