Nuove norme che rendono il dominio .eu più vicino ai cittadini 

 
 

Condividi questa pagina: 

Gli eurodeputati vogliono semplificare il processo di registrazione del dominio internet .eu e incoraggiare le imprese a utilizzarlo

Nuove norme per il dominio di primo livello .eu 

Il dominio di primo livello (TLD dall'inglese Top level domain) .eu è l’ottavo dominio più usato in internet e nel 2017 sono state oltre 3,8 milioni le registrazioni effettuate. Per venire incontro alle esigenze di un ambiente digitale in costante mutamento, il Parlamento europeo ha adottato nuove regole nella seduta di plenaria del 31 gennaio 2019.

Scopo delle nuove norme è semplificare i criteri di ammissibilità per la registrazione del dominio .eu, in modo che possa essere accessibile per quanti più cittadini, organizzazioni e aziende possibili, e, in particolar modo, per i giovani, le piccole e medie imprese e le ONG. Se un dominio dovesse rispondere a fini diffamatori, razzisti o contrari alla politica e sicurezza pubbliche, verrebbe bloccato.

“Credo che il nome del dominio possa sostenere il mercato digitale unico, migliorando l’identità europea online e al contempo incoraggiando le attività online transfrontaliere. Con questa decisione abbiamo rafforzato i criteri per cui un sito web può essere bloccato, tenendo in considerazione anche la tutela dello stato di diritto”, ha detto il responsabile della relazione Fredrick Federley, eurodeputato svedese dei Democratici e liberali per l’Europa.

Chi può richiedere il .eu? 
  • I cittadini europei, indipendentemente dallo stato di residenza 
  • I cittadini di paesi terzi residenti in uno stato UE o in un paese terzo che faccia però parte dello Accordo economico europeo (AEE) 
  • Un’iniziativa o progetto che abbia sede in uno stato UE o in un paese terzo membro dell’AEE 
  • Un’organizzazione che abbia sede in uno stato UE o in un paese terzo membro dell’AEE 

I vantaggi

Per i cittadini europei il dominio di primo livello .eu corrisponde a uno spazio virtuale in cui i diritti come consumatore e individuo rispondono agli standard e alle norme europee.

Per le aziende un sito web con dominio di primo livello .eu gode di una migliore visibilità sia all’interno del mercato unico europeo che nel resto del mondo.