Condividi questa pagina: 

©Belga/AFP 

Per le elezioni europee del prossimo anno i partiti politici dovranno nominare i propri candidati sei settimane prima delle elezioni, oltre a dichiarare il proprio candidato per la Commissione europea. La scheda dovrà anche mostrare con chiarezza la propria appartenenza ai partiti nazionali. Queste sono alcune delle raccomandazioni della commissione agli Affari costituzionali votate martedì 28 maggio.

Sulla scheda dovranno apparire il nome e il logo dei partiti politici europei a cui appartengono i partiti nazionali (al momento nessuno Stato membro l'ha ancora fatto). I candidati ai 751 seggi dovranno essere nominati almeno 6 settimane prima dal giorno delle elezioni. I partiti dovranno proporre più donne candidate incoraggiando un'equità di genere.


Più politica


I partiti politici europei dovranno nominare i propri candidati alla presidenza della Commissione molto prima delle elezioni. Inoltre i partiti politici nazionali dovranno indicare chi sosterranno come presidente della Commissione illustrando il proprio programma elettorale.


"La campagna elettorale 2014 sarà molto interessante, più europea e più politica delle scorse elezioni" ha sottolineato il relatore Andrew Duff.


2014


La scorsa sessione plenaria, il PE ha votato con l'accordo dei governi nazionali le date delle elezioni, previste quindi tra il 22 e il 25 maggio.