Le commissioni del Parlamento: il cuore della politica europea 

 
 

Condividi questa pagina: 

I presidenti delle commissioni parlamentari 

La fine dell'estate segna la ripresa dei lavori in Parlamento. Questa settimana le commissioni parlamentari si riuniscono. Ma come funzionano? Leggi l'articolo e guarda l'infografica per conoscere i presidenti delle commissioni.

I deputati passano circa due settimane al mese all'interno delle riunioni delle commissioni parlamentari. Discutono le proposte e le relazioni legislative, votano gli emendamenti e seguono le negoziazioni con il Consiglio. Le commissioni organizzano anche le audizioni con gli esperti, preparano le proposte d'iniziativa non vincolanti ed indicano la posizione che il Parlamento dovrà prendere, dopo il voto in plenaria.


Nell'attuale legislatura (2014-2019) il PE conta 20 commissioni permanenti e 2 sottocommissioni. Sono competenti in materia europea sul commercio internazionale, l'ambiente, la protezione del consumatore, l'uguaglianza di genere... Il Parlamento può anche creare delle commissioni speciali, tre durante gli ultimi cinque anni, e delle commissioni d'inchiesta riguardanti le violazioni delle leggi dell'UE.


La composizione delle commissioni parlamentari riflettono l'equilibrio politico dell'emiciclo e possono contare 71 deputati (AFTE) o 25 (come PECH, JURI, AFCO). Di solito un deputato è titolare in una commissione e sostituto in un'altra.


Nelle commissioni, per ogni tema specifico un deputato viene scelto per redigere una relazione che determina la posizione del Parlamento. I gruppi politici possono proporre degli emendamenti che vengono integrati alla relazione votata in sessoine plenaria.


Puoi seguire in streaming le riunioni delle commissioni o sulle liste Twitter (clicca sul link nella colonna di destra).