Plenaria di luglio 2018: difesa, diritti d’autore, sicurezza delle frontiere 

 
 

Condividi questa pagina: 

Una panoramica della plenaria: dalle regole sul diritto d’autore alle nuove proposte per rafforzare la sicurezza delle frontiere e la cooperazione nell’ambito della difesa.

Giovedì 5 luglio gli eurodeputati hanno deciso di non iniziare i negoziati sulla direttiva sul diritto d’autore. Il testo della riforma verrà discusso e votato nella sessione plenaria di settembre.

Lo stesso giorno il parlamento europeo ha adottato nuove regole per rafforzare la sicurezza delle frontiere. I cittadini non EU esenti dall’obbligo di visto per viaggiare in Europa verranno controllati preventivamente attraverso il Sistema europeo di informazioni e autorizzazione di viaggio (ETIAS).

Il 3 luglio gli eurodeputati hanno votato a favore del nuovo Programma europeo di sviluppo industriale per la difesa (EDIDP). L'obiettivo è incoraggiare i paesi membri a cooperare nello sviluppo di nuovi strumenti e tecnologie per rendere più competitivi i prodotti UE.

Durante il dibattito di martedì sui risultati del vertice UE del 28-29 giugno, gli eurodeputati hanno criticato il fatto che i leader politici dell’UE non siano riusciti a trovare una soluzione comune per gestire le migrazioni.

 

Nelle risoluzioni adottate il 4 luglio, gli eurodeputati hanno sottolineato la necessità di garantire la protezione dei dati e dei diritti fondamentali nei futuri accordi sul trasferimento di dati tra Europol e Giordania, Turchia, Israele, Tunisia, Marocco, Libano, Egitto e Algeria. La Commissione europea sta per iniziare negoziati con questi paesi per rafforzare la cooperazione in materia di terrorismo e criminalità.

Il primo ministro polacco Mateusz Morawiecki ha discusso del futuro dell'Europa con i deputati al Parlamento europeo il 4 luglio. Scopri cosa hanno detto gli altri 7 leader europei che hanno partecipato a questa serie di dibattiti sul futuro dell’UE.

Molti aspetti legali riguardanti la stampa 3D, come la responsabilità civile e i diritti di proprietà intellettuale, devono ancora essere chiariti. Martedì, gli eurodeputati hanno adottato raccomandazioni legislative e regolamentari sul tema.

ll 3 luglio il primo ministro bulgaro Boyko Borissov ha parlato dei i traguardi raggiunti dal suo paese durante i sei mesi di presidenza al Consiglio. Lo stesso giorno il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha presentato le priorità della presidenza austriaca, iniziata l’1 luglio.  

I deputati hanno respinto gli emendamenti alle proposte di riforma del settore del trasporto su strada e li hanno rinviati alla commissione per i trasporti per un riesame. Le proposte riguardano l'aggiornamento delle regole sul cabotaggio, sui tempi di riposo e sul distaccamento degli autotrasportatori.