Finanziamento del terrorismo: “Se prosciughiamo le risorse logistiche, possiamo risolvere il problema” 

 
 

Condividi questa pagina: 

Le misure concrete proposte dagli eurodeputati contro il riciclaggio di denaro e il crimine organizzato per contrastare il finanziamento del terrorismo.

Giovedì 8 marzo 2018 gli eurodeputati sono stati chiamati a discutere e votare la relazione del deputato spagnolo Javier Nart (Democratici e Liberali) che propone di facilitare lo scambio di informazioni sui finanziamenti tra le forze dell’ordine nell’UE.

 

Nella nostra intervista l’eurodeputato spagnolo spiega la sua proposta.

 

Qual è il punto fondamentale della relazione?

 

Ogni attività criminale si basa sulla logistica – se prosciughiamo le risorse logistiche risolviamo il problema. Sto avanzando una proposta relativa ai mezzi per contrastare il supporto logistico delle organizzazioni criminali jihadiste.

 

Per prima cosa bisogna prevenire il crimine e proteggere tutte le comunità. Le principali comunità sotto attacco sono quelle musulmane – il numero di persone musulmane che muoiono per terrorismo è 200 volte maggiore di quello delle vittime non musulmane.

Intervista a Javier Nart 

Quali misure concrete propone?

 

Innanzitutto l’intelligence. Bisogna creare una piattaforma dove i servizi di intelligence possano incontrarsi regolarmente e scambiarsi le informazioni volontariamente. Sempre su base volontaria si deve creare un database grazie al quale i servizi di intelligence siano in grado di condividere le informazioni.

 

Dopodiché, nel pieno rispetto della privacy, è importante indagare sulle operazioni finanziarie. Dobbiamo tenere conto dell’equilibrio tra libertà e sicurezza. Perciò quello che proveremo a fare sarà fornire i mezzi per investigare su quelle che possono essere operazioni sospette da parte di persone o istituzioni sospette.

 

In che modo funzionerebbero esattamente le proposte?

Nei confronti dei mezzi tradizionali, come ad esempio l’hawala, le misure si concretizzerebbero in un registro in cui dichiarare chi invia dei soldi e dove viene trasferito il denaro.

 

Oltre al trasferimento di denaro è necessario analizzare il traffico di oro, pietre preziose e opere d’arte. Perché ci sono dei metodi per ottenere soldi per il terrorismo anche attraverso i beni. Oggi per la gestione dell’oro e delle pietre preziose abbiamo leggi diverse in tutti gli stati membri – dobbiamo armonizzare. Non possiamo reagire al terrorismo dal punto di vista di uno stato membro quando abbiamo a che fare con azioni criminali di portata internazionale. Dobbiamo adottare un approccio olistico, un’azione di coordinamento e armonizzazione contro il finanziamento del terrorismo.

Che cosa significa hawala? 
  • Hawala è un metodo tradizionale proprio dei paesi arabi e sud asiatici per trasferire denaro.