Infografica: l’importanza del multilinguismo in Europa 

 
 

Condividi questa pagina: 

Molti europei parlano almeno una lingua straniera ma di certo non tutti: al Parlamento europeo viene offerta la possibilità di seguire i procedimenti in 24 lingue, anche nella tua!

Più della metà degli europei, il 54%, sono capaci di conversare in una lingua straniera, secondo il sondaggio Eurobarometro sulle lingue del 2012. Il 25% parla due lingue straniere.

Il Parlamento europeo si impegna nella promozione dello studio delle lingue ma crede anche che sia molto importante che i cittadini possano seguire i lavori nella propria madrelingua.

Per questo tutte le 24 lingue ufficiali dell’Unione europea vengono utilizzate al Parlamento: dall’italiano al greco, dall’irlandese al francese. Per fare un esempio, gli eurodeputati possono intervenire nella propria lingua durante la plenaria e i loro interventi sono tradotti da interpreti. Le riunioni possono essere seguite online e gli spettatori possono scegliere la lingua che preferiscono.

Anche i documenti possono essere reperiti in diverse lingue e -come se non bastasse- si può seguire l’attualità del Parlamento su Twitter nella lingua che si preferisce.