Auto e inquinamento: i nuovi obiettivi per le emissioni  

 
 

Condividi questa pagina: 

Gli eurodeputati hanno approvato le misure volte a ridurre drasticamente le emissioni di CO2 e a incentivare l’uso delle auto elettriche. Ecco cosa c’è da sapere sulle nuove norme.

Le auto e i furgoni producono il 15% delle emissioni di CO2. La CO2, o anidride carbonica, è un gas serra responsabile del cambiamento climatico.

Il settore dei trasporti è l’unico in cui le emissioni di gas serra sono più alte rispetto ai livelli del 1990. Rendere più severi i criteri sulle emissioni significa aumentare significativamente la possibilità di raggiungere e superare gli obiettivi per l’ambiente fissati per il 2030. Significa anche far risparmiare il consumatore sul costo dei carburanti.

Il settore dei trasporti è l’unico in cui le emissioni di gas serra sono più alte rispetto ai livelli del 1990 ©APimages/European Union-EP 

Come stanno le cose

Dati recenti ci dimostrano che, dopo un continuo declino, dall’anno scorso le emissioni medie delle nuove auto sono salite a 118,5g di CO2 per chilometro. Secondo le norme vigenti, le nuove auto non dovrebbero emettere in media più di 95g di CO2 per chilometro a partire dal 2021.

Le auto elettriche sono più frequenti sulle nostre strade, ma costituiscono ancora solo l’1,5% delle registrazioni di auto nuove.

I nuovi obiettivi

La Commissione europea ha proposto di ridurre il limite del 2021 per le emissioni prodotte dalle nuove auto e dai nuovi furgoni del 15% entro il 2025 e del 30% entro il 2030. Il Parlamento europeo e il Consiglio europeo sono giunti a un accordo sugli obiettivi per ridurre le emissioni di CO2 ben più alti di quelli proposti dalla Commissione europea: è stato fissato al 37,5% l'obiettivo di riduzione delle emissioni per le nuove auto e al 31% quello per i nuovi furgoni, traguardi da dover essere raggiunti entro il 2030. Le nuove norme sono state approvate durante la sessione plenaria del 27 marzo 2019. Il 18 aprile dello stesso anno gli eurodeputati hanno anche approvato la proposta di tagliare, entro il 2030, le emissioni di CO2 dei nuovi autocarri del 30% rispetto ai livelli del 2019.

I prossimi passi

Il nuovo regolamento deve essere approvato dal Consiglio europeo, dopodiché entrerà in vigore venti giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale UE.