L’accordo UE-Cuba è un primo passo per relazioni più forti, secondo Elena Valenciano (intervista)  

 
 

Condividi questa pagina: 

Il Parlamento europeo dovrebbe dare il via libera al primo accordo UE-Cuba. Elena Valenciano spera che questo prepari la strada per una relazione più stretta.

“Normalizzeremo la relazione con Cuba [...]. Un primo passo per una relazione che dovrà essere più forte in futuro” ha dichiarato Elena Valenciano, deputata spagnolae  relatrice responsabile delle raccomandazioni e della relazione al voto mercoledì. “Faciliterà le relazioni fra le industrie europee e Cuba, il dialogo fra gli intellettuali, e la possibilità di scambio fra studenti europei e cubani”, ha aggiunto.

 

Valenciano, deputata dei Socialisti e Democratici, pensa che l’accordo aiuterà a creare una migliore cooperazione fra l’Unione europea e Cuba con benefici per i cittadini sulle due sponde dell’Atlantico e per i diritti umani.

 

Accordo di dialogo politico e di cooperazione

 

L’Unione europea è diventata il più grande investitore straniero a Cuba e il suo secondo partner commerciale, malgrado due decenni di restrizioni dovuti alle preoccupazioni per la posizione dell’Avana sui diritti umani e la democrazia.

 

All’inizio del 2014 durante un periodo di normalizzazione delle relazioni fra Cuba e il resto del mondo e in particolare gli Stati Uniti, l’Unione europea e Cuba cominciarono i negoziati per il primo accordo bilaterale mai stipulato.

 

L’Accordo di dialogo politico e di cooperazione è stato firmato nel dicembre 2016 dall’Alta rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza Federica Mogherini dopo due anni di negoziati, ma necessita del consenso del Parlamento per entrare in vigore.

L’accordo fornisce un quadro per le relazioni UE-Cuba nel futuro e dovrebbe aiutare lo sviluppo del dialogo, delle riforme democratiche, della cooperazione economica e delle relazioni commerciali fra l’Unione e Cuba. Ci sono inoltre clausole che ne permettono la sospensione se le condizioni sui diritti umani verranno violate.

 

Il dibattito in sessione plenaria si svolge martedì alle 19, mentre il voto ha luogo il giorno successivo. Per seguire il dibattito in diretta clicca qui.