Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Il Parlamento approva il nuovo brevetto UE

Tornata Comunicati stampa - Concorrenza11-12-2012 - 13:28
 

Gli inventori dell'UE potranno finalmente a breve ottenere un brevetto unitario. Dopo oltre 30 anni di discussioni, il nuovo regime taglierà i costi di un brevetto UE fino all'80%, rendendolo competitivo nei confronti di USA e Giappone. I deputati hanno ottenuto la riduzione dei costi per le piccole e medie imprese e disegnato il nuovo sistema per rispondere alle loro necessità, in un compromesso con il Consiglio approvato martedì. L'Italia, insieme alla Spagna, non partecipa alle nuove regole.


In tre votazioni distinte, i deputati hanno approvato il cosiddetto "pacchetto brevetto" (brevetto unitario, regime linguistico e tribunale unico).


"La proprietà intellettuale non deve fermarsi ai confini. Il cammino verso l'introduzione di un brevetto UE è stato lungo e difficile, ma alla fine ne è valsa la pena", ha dichiarato Bernhard Rapkay (S&D, DE), relatore per il regolamento che crea il brevetto unitario. "Il voto di oggi è una buona notizia per l'economia UE e in particolare per le piccole e medie imprese (PMI) europee", ha aggiunto.


Il sistema di brevetti attuale "É una vera e propria tassa sull'innovazione", ha affermato l'italiano Raffaele Baldassarre (PPE), relatore per il regime linguistico del nuovo brevetto unitario. "Misure specifiche di compensazione totale per le traduzioni e una protezione giuridica supplementare in caso di accuse di contraffazione" sono state introdotte su richiesta del Parlamento, ha poi aggiunto.


Il Presidente della commissione affari giuridici Klaus-Heiner Lehne (PPE, DE), relatore sull'accordo internazionale che crea il tribunale unico, ha detto: "La gente in Cina ci sta dicendo che non possiamo avere un mercato unico e non un brevetto unitario". Con le nuove regole, "tanti ostacoli alle PMI saranno superati", ha concluso.


Protezione meno cara e più efficace


Il nuovo brevetto sarà meno caro e più efficace del sistema attuale nel proteggere le invenzioni di persone e imprese. Il nuovo sistema offrirà automaticamente protezione in tutti i 25 Stati membri che partecipano, tagliando cosi i costi per le aziende UE e migliorandone la competitività. Quando il nuovo sistema sarà a pieno regime, il nuovo brevetto potrebbe costare solo €4.725, rispetto ai €36.000, secondo stime della Commissione europea.


Come ottenere un brevetto unitario?


Qualsiasi inventore potrà richiedere un brevetto unitario all'Ufficio europeo dei brevetti. Il brevetto sarà disponibile in inglese, francese e tedesco. Le domande dovranno essere redatte o accompagnate da una traduzione in una di queste tre lingue.


Contributo del Parlamento per abbassare i costi


Il Parlamento ha ottenuto che le spese di traduzione siano totalmente rimborsate per le PMI, le organizzazioni no profit, le università e le organizzazioni pubbliche di ricerca con sede nell'UE.


I deputati hanno anche garantito che le tasse di rinnovo,che rappresentano una grossa fetta delle spese complessive, siano stabilite a un livello che tenga conto delle necessità particolari delle PMI, per far sì che esse possano beneficiare dei costi ridotti.


Entrata invigore


L'accordo internazionale che crea il tribunale unico entrerà in vigore il 1° gennaio 2014 o dopo che Francia, Germania e Gran Bretagna, più altri 10 paesi, ne abbiano completato la ratifica. Gli altri due atti entreranno in vigore dal 1° gennaio 2014 o dalla data di entrata in vigore dell'accordo internazionale. La Spagna e l'Italia sono per il momento escluse dal nuovo regime di brevetti, ma potranno scegliere di parteciparvi in qualsiasi momento.


La relazione Rapkay è stata adottata con 484 voti a favore, 164 contrari e 35 astensioni.


La relazione Baldassarre è stata adottata con 481 voti a favore, 152 contrari e 49 astensioni.


La relazione Lehne è stata adottata con 483 voti a favore, 161 contrari e 38 astensioni.


Per ulteriori chiarimenti su come funziona il sistema, consultate il link su Q&A (a destra)



Procedure: codecisione (brevetto unitario), consultazione (regime linguistico) e non legislativa (tribunale unico)


RIF. : 20121210IPR04506
Aggiornato il: ( 11-12-2012 - 13:45)
 
 
Contatti