Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Un nuovo Fondo Sociale Europeo per combattere la disoccupazione giovanile

Altro Articolo - Politica sociale26-04-2013 - 10:54
 
youth_unemployment_27_it   Giovani, carini e disoccupati.

Nell'Unione europea circa un giovane su quattro è disoccupato. In alcuni la proporzione sale a 2 su 3. I deputati vogliono mettere fine a un fenomeno ormai generazionale attraverso il Fondo Sociale Europeo, che sarà rinnovato per gli anni 2014-2020. Martedì la commissione agli Affari sociali ha sostenuto la nuova proposta per l'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile.


Dopo alcune modifiche effettuate dalla commissione, l'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile si concentrerà sui giovani di età compresa tra i 15 e i 30 anni che non studiano e non lavorano, e che vivono in regioni con un tasso di disoccupazione superiore al 20%.


L'obiettivo è quello di avviare la "garanzia per i giovani" che dovrebbe offrire uno stage, un lavoro o una formazione. Promuovendo così l'inclusione sociale e il lavoro.


Il Fondo sociale europeo (FSE) è il principale strumento utilizzato dall’UE per sostenere l'occupazione, aiutare i cittadini a trovare posti di lavoro migliori e assicurare opportunità lavorative più eque per tutti.


Guarda la nostra infografica per saperne di più sulla disoccupazione giovanile in UE.

RIF. : 20130419STO07453