Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Riforma pesca: il Parlamento raggiunge accordo su stanziamento di €6,5 miliardi per Fondo europeo

Tornata Comunicati stampa - Pesca23-10-2013 - 14:37
 
Fishingboat on the North Sea   I Fondi UE aiuternno i pescatori a modernizzare le loro attrezzature, per evitare la pesca eccessiva e ridurre le catture accidentali. ©BELGA/BUITENBEELD/N. Van.Kappel

Le proposte di legge riguardanti l'assegnazione del Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (FEAMP), approvate dal Parlamento mercoledì, consentiranno di aiutare i pescatori a rispettare le norme della nuova politica comune della pesca (PCP), come ad esempio il divieto di rigetto, attraverso l'acquisto di attrezzature da pesca più selettive.


Tali norme contribuiranno inoltre al miglioramento della sicurezza, delle condizioni di lavoro, della raccolta di dati e dell'infrastruttura portuale dei pescatori.


Il relatore Alain Cadec (PPE,FR) ha ricordato che "con questo voto, il Parlamento ha dato un futuro al nostro modello di pesca sostenibile, che significa in primo luogo misure concrete per eliminare la pesca eccessiva e una buona gestione della capacità della flotta, consentendo ai pescatori di poter trarre vivere con i proventi dalla loro professione".


Sostenibilità della pesca nell'UE


Per rendere effettivo l'accordo fra Parlamento e Consiglio sulla prossima PCP, che impone agli Stati membri di fissare le quote per la pesca sostenibile a partire dal 2015 e che introduce un divieto di rigetto delle catture indesiderate, il FEAMP aiuterà i pescatori a conformarsi alle nuove norme e sosterrà gli investimenti in attrezzature da pesca più selettive per facilitare la movimentazione, lo sbarco e lo stoccaggio delle catture indesiderate.


Gestione della pesca attraverso maggiore quantità di dati


Il FEAMP finanzierà inoltre la raccolta e la gestione dei dati sulla pesca, necessari per rispettare il rendimento massimo sostenibile richiesto dalle nuove norme della PCP (rendimento massimo sostenibile - MSY in inglese - ossia uno sfruttamento sostenibile delle risorse ittiche).


Rinnovo dei motori


Il Parlamento ha predisposto il supporto del FEAMP per il ritiro, la sostituzione e l'ammodernamento dei motori, a condizione che la potenza del nuovo motore sia inferiore del 40% rispetto a quella del motore precedente. Un emendamento volto a reintrodurre gli aiuti per il rinnovamento delle flotte è stato respinto.


Aiuti per i giovani pescatori


I deputati hanno inoltre modificato la proposta FEAMP che consente ai pescatori con meno di 35 anni e con almeno cinque anni di esperienza professionale nel settore, di usufruire di un contributo pari a 100.000 euro a sostegno dell'avvio dell'esercizio della piccola pesca, nel caso si acquisti una nave adibita alla pesca costiera con un età compresa tra i 5 ei 20 anni.


Regole più semplici, migliore controllo e applicazione


La politica comune della pesca e la politica marittima integrata saranno entrambe finanziate attraverso il FEAMP e l'utilizzo di un unico fondo contribuirà a semplificare e integrare le due politiche.


L'utilizzo del FEAMP per finanziare le misure di controllo e di applicazione garantirà inoltre un'attenta osservanza delle norme della PCP.


Prossime tappe


La Plenaria ha votato per avviare nelle prossime settimane i negoziati con il Consiglio sul FEAMP. L'eventuale accordo sarà poi messo ai voti della commissione per la pesca prima dell'approvazione definitiva in Aula.


Procedura: codecisione (procedura legislativa ordinaria), prima lettura

RIF. : 20131018IPR22631
 
 
Contatti