Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Il Parlamento europeo conferisce il Premio Sakharov a Raif Badawi

Altro Articolo - Diritti umani29-10-2015 - 12:40
 
2015 Sakharov Prize winner is Raif Badawi  © Courtesy of Amnesty International   Il Parlamento europeo conferisce il Premio Sakharov a Raif Bada © Courtesy of Amnesty International

Raif Badawi è il vincitore del Premio Sakharov 2015 per la libertà di pensiero, in seguito della decisione presa giovedi dal Presidente del Parlamento, Martin Schulz, e i leader dei gruppi politici. Badawi è un blogger dell'Arabia Saudita che sta attualmente scontando dieci anni di prigione per aver insultato l'Islam sul suo sito web, che promuove il dibattito sociale, politico e religioso. La cerimonia di consegna del Premio Sakharov si terrà a Strasburgo il 16 dicembre.


"La Conferenza dei Presidenti ha deciso che il Premio Sakharov sarà assegnato al blogger saudita Raif Badawi" ha annunciato in Plenaria il Presidente Schulz.


"Questo uomo, estremamente buono e da esempio per tutti, è stato condannato a una delle più crudeli sanzioni in vigore nel Paese, che può essere descritta come una vera e propria tortura", ha dichiarato Schulz.


"Mi appello al Re dell'Arabia Saudita per bloccare l'esecuzione della sentenza, rilasciare Badawi in modo che possa ritornare dalla propria moglie e permettergli di essere presente nel corso della sessione di dicembre per ricevere di persona il Premio"', ha concluso.


Badawi: un prigioniero di coscienza

 

Raif Badawi è un blogger dell'Arabia Saudita, un attivista dei diritti umani e autore del sito web Free Saudi Liberals. Fu arrestato nel 2012 e condannato a 10 anni di carcere, 1.000 frustate e una multa per aver insultato i valori islamici sul internet. Ha ricevuto la prima serie di 50 frustrate nel gennaio 2015, il resto sono state rinviate in seguito alle proteste internazionali.


All'inizio di questa settimana la moglie di Raif Badawi, Ensaf Haidar, che al momento vive in Canada con i loro tre figli, ha annunciato che le autorità saudite hanno dato il loro assenso a che siano inflitte le rimanenti frustrate.


Lo scorso febbraio, il Parlamento europeo aveva approvato una risoluzione che condannava con fermezza la fustigazione di Raif Badawi, definendola un atto crudele e scioccante. Nel documento s'invitavano le autorità saudite a "procedere al suo rilascio immediato e incondizionato, dal momento che è considerato un prigioniero di coscienza, detenuto e condannato unicamente per aver esercitato il proprio diritto alla libertà di espressione".


I finalisti

 

Raif Badawi è uno dei tre finalisti di quest'anno. Per saperne di più sugli altri due finalisti - l'opposizione democratica in Venezuela, rappresentata da Mesa de la Unidad Democrática, e l'esponente dell'opposizione politico russo Boris Nemtsov - cliccare qui.


Il Premio Sakharov

 

Il Premio Sakharov per la libertà di pensiero è assegnato ogni anno dal Parlamento europeo. È stato istituito nel 1988 per premiare gli individui o le organizzazioni per il loro impegno a favore dei diritti umani e delle libertà fondamentali. Lo scorso anno il Premio è stato assegnato a Denis Mukwege.

 

Le candidature al Premio Sakharov possono essere presentate dai gruppi politici o da almeno 40 deputati. Le commissioni parlamentari per gli Affari esteri e per lo Sviluppo votano per scegliere tre finalisti. Infine, la Conferenza dei Presidenti - costituita dal Presidente del Parlamento europeo e dai leader dei gruppi politici - sceglie il vincitore.

 

Ulteriori notizie sul Parlamento europeo

RIF. : 20151023STO99024