Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Il Parlamento si oppone alla nuova autorizzazione per il mais OGM e a una lista di specie invasive

Tornata Comunicati stampa - Sanità pubblica / Sicurezza alimentare16-12-2015 - 13:09
 

Il PE, mercoledì, ha approvato una risoluzione che chiede alla Commissione di ritirare la propria autorizzazione all'uso di mais glisofato tollerante NK603xT25 negli alimenti e nei mangimi. I deputati evidenziano che il glisofato, un erbicida, è classificato dall'OMS come "probabilmente cancerogeno". Il PE invita la Commissione a sospendere tutte le autorizzazioni per alimenti e mangimi OGM fino a quando la procedura di autorizzazione, attualmente sotto riesame, non sarà stata migliorata.


Il Parlamento ricorda che, nonostante abbia espresso da molto tempo le proprie critiche sul funzionamento non ottimale della procedura di autorizzazione UE per gli alimenti e i mangimi geneticamente modificati, il 4 dicembre scorso, la Commissione aveva autorizzato il mais NK603xT25 e l'MON87427 per uso in alimenti e in mangimi.


Cancerogeno?

 

I deputati hanno ricordato che l'erbicida glisofato, tollerato dal mais NK603xT25 (insieme a un altro erbicida, l'ammonio-glufosinato), è stato classificato il 20 marzo 2015 come "probabilmente cancerogeno" per l'uomo dall'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro dell'Organizzazione mondiale della sanità.


Tuttavia, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare aveva affermato, il 12 novembre scorso, che l'erbicida difficilmente potrebbe rappresentare un rischio cancerogeno per l'uomo.


Procedura non corretta

 

I deputati hanno inoltre sostenuto che da quando l'attuale procedura di autorizzazione degli OGM è entrato in vigore, ogni decisione di autorizzazione è stata presa dalla Commissione senza il sostegno di una maggioranza qualificata di Stati membri. In questo modo, quella che dovrebbe essere l'eccezione è diventata la norma.


La proposta di risoluzione è stata approvata con 403 voti favorevoli, 238 voti contrari e 50 astensioni.


Contesto

 

Una normativa UE distinta che permetterebbe a ogni Stato membro di limitare o proibire sul proprio territorio la vendita e l'uso di alimenti o mangimi OGM approvati dall'UE è stata respinta in ottobre dal Parlamento. I deputati sono preoccupati che questa legge possa dimostrarsi inattuabile o che possa portare alla reintroduzione di controlli alla frontiera tra i Paesi favorevoli e quelli contrari agli OGM e hanno fatto appello alla Commissione perché presenti una nuova proposta.

Contrarietà alla lista di specie invasive


I deputati hanno anche approvato una risoluzione non vincolante che si oppone a un progetto di lista UE per 36 specie esotiche invasive (IAS), proposto dalla Commissione con lo scopo di prevenire la loro introduzione o gestire la loro diffusione. Per i deputati, molte delle più preoccupanti specie esotiche invasive non sono contenute nel progetto, mentre allo stesso tempo alcune specie che non comportano impatti negativi rilevanti vi sono elencate.


 

Procedura: risoluzione non legislativa

RIF. : 20151210IPR06853
 
 
Contatti