Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Dibattito sulla Presidenza olandese: replicare allo scetticismo con risultati concreti, la crisi dei rifugiati è la priorità assoluta

Tornata Comunicati stampa - Istituzioni20-01-2016 - 13:10
 
Mark Rutte debating the priorities of the Dutch Council Presidency with MEPs   Mantenere le promesse e attenersi agli accordi dovrebbe essere la nuova normalità ha dichiarato il Primo ministro in apertura del dibatto sulla Presidenza olandese

"Dobbiamo raggiungere risultati concreti, e assicurarsi che siano visibili, per contrastare il crescente scetticismo in tutta Europa. (..) Mantenere le promesse e attenersi agli accordi dovrebbe essere la nuova normalità in Europa. Un accordo è un accordo", ha detto il Primo ministro Mark Rutte in apertura del dibattito di mercoledì a Strasburgo sulla Presidenza olandese.


Per Rutte, gli accordi con la Turchia devono essere messi in pratica in fretta, in modo da alleviare la pressione sulle frontiere esterne dell'Unione europea. Ha quindi sottolineato la necessità di far sì che gli accordi per l'accoglienza dei rifugiati siano sicuri, per poter controllare, specialmente in Grecia, i confini esterni, per rendere operativi gli "hotspot" e per risolvere la questione della registrazione dei rifugiati.


"Il numero attuale non è sostenibile. Non abbiamo più tempo a disposizione. Abbiamo bisogno di una grande diminuzione nelle prossime sei-otto settimane", ha concluso.


Altre priorità della Presidenza includono incentivi alla crescita e all'occupazione, il miglioramento della stabilità della zona euro, cogliere le opportunità del mercato unico (digitale e servizi) e ridurre "i regolamenti eccessivi che limitano le persone e le imprese".


Per la discussione integrale, cliccare su 2016/01/20


RIF. : 20160114IPR09900
 
 
Contatti