Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Emissioni autoveicoli: approvati mandato e membri della commissione d'inchiesta

Tornata Comunicati stampa - Ambiente / Sanità pubblica21-01-2016 - 12:33
 
Mechanic measuring exhausts of a car in garage ©AP Images/ European Union-EP   La Commissione e gli Stati membri erano a conoscenza dei meccanismi di manipolozione? ©AP Images/ European Union-EP

Il Parlamento, con la votazione di giovedì, ha nominato i 45 membri della commissione d'inchiesta sulla violazione delle norme comunitarie in materia di prove di emissione auto dei costruttori di automobili. La commissione indagherà, inoltre, sulle presunte carenze degli Stati membri e della Commissione nel far rispettare le norme UE. Entro 6 mesi dall'inizio del suoi lavori, la commissione presenterà una relazione intermedia e, entro dodici mesi, quella finale.


I deputati hanno approvato la composizione della commissione d'inchiesta sulla misurazione delle emissioni nel settore automobilistico (EMIS) che si riunirà per la prima volta a febbraio per nominare il presidente e i -co-presidenti.


La commissione indagherà:


  • sul presunto inadempimento da parte della Commissione dei cicli di prova utilizzati per misurare le emissioni;

  • sulla presunta mancata adozione, da parte della Commissione e delle autorità degli Stati membri, di misure appropriate ed efficaci per sorvegliare e rendere effettiva l'applicazione dell'esplicito divieto dell'uso di "impianti di manipolazione";

  • sulla presunta omissione, da parte della Commissione, della tempestiva introduzione di prove che riflettano le condizioni reali di guida;

  • sulla mancata introduzione, da parte degli Stati membri, di sanzioni effettive, proporzionate e dissuasive applicabili ai costruttori per le violazioni delle disposizioni del regolamento, e

  • sulle informazioni per appurare se la Commissione e gli Stati membri disponevano di elementi di prova dell'uso di "meccanismi di manipolazione" prima dell'avviso di violazione emesso del 18 settembre 2015.


Contesto

 

La richiesta di creare una commissione d'inchiesta fa seguito alla scoperta fatta negli Stati Uniti che il gruppo Volkswagen ha utilizzato un software per ridurre le emissioni di NOx durante i test. Il Parlamento ha votato una risoluzione nel mese di ottobre che domanda un'indagine approfondita sul ruolo e le responsabilità della Commissione e gli Stati membri, chiedendo loro di rivelare ciò che sapevano di queste violazioni e quali azioni sono state adottate in seguito.

 


Procedura: articolo 198 del regolamento interno del PE

RIF. : 20160114IPR09901
 
 
Contatti