Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Crisi dei rifugiati: i deputati Arthuis e Guillaume rispondono alle domande su Facebook

Altro Articolo - Immigrazione18-03-2016 - 10:16
 
Facebook chat with Vice-President Sylvie Guillaume and Budget Committee chair Jean Arthuis   La chat Facebook con la Vice-Presidente Sylvie Guillaume e il presidente della commissione per i Bilanci Jean Arthuis.

La guerra in Siria rappresenta il più grande disastro umanitario dai tempi della Seconda guerra mondiale. Il mese scorso, due gruppi di deputati europei hanno visitato la Turchia per verificare di persona le condizioni di vita di alcuni dei 2,5 milioni rifugiati siriani. La vicepresidente del PE Sylvie Guillaume e dal presidente della commissione Jean Arthuis hanno risposto questa settimana su Facebook alle domande dei cittadini.


Nei primi due mesi del 2016 oltre 130.000 persone hanno raggiunto l'Europa via mare. La crisi dei rifugiati non mostra alcun segno di rallentamento. In una chat online con i seguaci di Facebook del Parlamento il 16 marzo, i deputati francesi Sylvie Guillaume (S&D) e Jean Arthuis (ALDE) hanno risposto alle domande su come porre fine ad una crisi che non è solo di natura umanitaria che sta testando i limiti della solidarietà europea.

Rispondendo ad una domanda sulla cooperazione UE con la Turchia, Guillaume ha descritto l'idea di scambiare chi rischia l'annegamento nel Mediterraneo con i rifugiati che sono entrati in Turchia regolarmente assomiglia ad "uno scambio abbastanza sordido". Se la Grecia può permettersi di ospitare un gran numero di rifugiati, Guillaume ha detto: "Oltre alla situazione economica, questo paese non può affrontare la crisi umanitaria da sola. L'UE deve aiutare la Grecia logisticamente e finanziariamente".

Arthuis ha anche sottolineato la necessità di garantire il controllo sulle frontiere esterne e per gli sforzi diplomatici europei per riportare la pace in Medio Oriente. Sulla questione di impedire l'ingresso ai migranti, Arthuis ha detto: "L'Europa dovrebbe vigilare, nel rispetto delle convenzioni internazionali in materia di rifugiati. Ricevere quelli che scappano dalla guerra e dalla violenza è diritto inalienabile".

Il regolamento di Dublino III determina quale Stato membro dell'Unione Europea è responsabile delle domande di asilo. "I migranti in fuga dalla violenza e dalla guerra nel Corno d'Africa e in Medio Oriente arrivano in Grecia o in Italia, ma non possiamo lasciare l'onere di questi arrivi solo a questi paesi". Ha aggiunto: "È un'illusione pensare che gli Stati membri da soli siano in grado di risolvere questo problema".

Alcuni cittadini hanno espresso le loro preoccupazioni per l'ascesa del fascismo e della xenofobia in Europa. Arthuis ha dichiarato: "L'esasperazione dei cittadini e l'impotenza della governance pubblica si traduce nella diffusione del populismo e dell'euroscetticismo". Guillaume nel frattempo ha criticato alcuni deputati per far crescere la paura dei cittadini: "Il loro interesse non è per risolvere la crisi umanitaria".

Rispondendo ad una domanda sulla sospensione temporanea degli accordi di Schengen, Arthuis ha aggiunto: "Gli Stati membri hanno sbagliato a cancellare le frontiere interne senza fissare quelle esterne". Era necessaria una guardia di frontiera e di costa europea, oltre alla centralizzazoine delle richieste di asilo in Europa.

"Lo scopo principale dei deputati è quello di essere al sicuro. La maggior parte di queste persone vogliono tornare nel loro paese una volta che la guerra è finita". Alla fine della chat di 45 minuti, Vicepresidente Guillaume ha detto: "Questa crisi umanitaria è una forma di stress test per l'UE: si tratta di una prova di solidarietà. Gli Stati membri devono assumersi le loro responsabilità collettive".


Clicca qui per leggere l'integralità della chat su Facebook con Sylvie Guillaume e Jean Arthuis.











Si prega di aggiungere questo video come widget di:
http://europarltv.europa.eu/en/player.aspx?pid=bd4278f2-bb47-40a6-b538-a5c600f6371e


scheda Collegamenti. 1: Maggiori informazioni
  
La crisi dei rifugiati
http://www.europarl.europa.eu/news/en/top-stories/20150831TST91035/Migration-a-common-challenge

Cinque anni di guerra in Siria
http://www.europarl.europa.eu/news/en/top-stories/20130905TST18719/Syria

I deputati visitare la Turchia (8-11 febbraio 2016)
http://www.europarl.europa.eu/news/en/news-room/20160215STO14227/Refugees-MEPs-assess-the-situation-on-the-ground-in-Turkey

I deputati propongono un sistema centralizzato UE alle richieste di asilo (16 marzo 2016)
http://www.europarl.europa.eu/news/en/news-room/20160315IPR19462/MEPs-propose-a-centralised-EU-system-for-asylum-claims-with-national-quotas


scheda Collegamenti. 2: Maggiori info su due deputati

Jean Arthuis (ALDE, Francia)
http://www.europarl.europa.eu/meps/en/124773/JEAN_ARTHUIS_home.html

Sylvie Guillaume (S & D, Francia)
http://www.europarl.europa.eu/meps/en/96952/SYLVIE_GUILLAUME_home.html

RIF. : 20160314STO19253