Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

La settimana in Parlamento: “Il Parlamento dei cittadini”, stato di diritto in Polonia e accesso alla lettura per non vedenti

Altro Articolo - Istituzioni20-03-2017 - 16:04
 
EP this week   EP this week

Gli eurodeputati voteranno in settimana per rendere più facile l'accesso ai libri e alle pubblicazioni cartacee per i non vedenti, ma anche per migliorare le condizioni di lavoro nella industria tessile e dell'abbigliamento. In agenda anche lo stato di diritto in Polonia, mentre Presidente e i leader dei gruppi politici si recheranno in Italia per prendere parte alle celebrazioni dei 60 anni del Trattato di Roma


In occasione dei sessant'anni del Trattato di Roma, il Parlamento Ue si riunirà in plenaria martedì con  cittadini provenienti da tutta Europa. Al centro dell’evento la discussione sul possibile futuro del continente. Sempre martedì la Commissione parlamentare per il Mercato Interno e i diritti dei Consumatori voterà nuove regole in grado di aumentare i poteri delle autorità nazionali impegnate nel garantire i diritti dei consumatori. Tra questi la possibilità di verificare l'esistenza del cosiddetto geo-blocking, ma anche intensificare i controlli anti frode.

 

I membri della Commissione parlamentare per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni discuteranno mercoledì sulla situazione dello stato di diritto in Polonia. Alla discussione è prevista la partecipazione del vicepresidente Frans Timmermans.


La Commissione Giuridica voterà  giovedì sulle eccezioni da apportare alle regole sul copyright in modo da facilitare l'accesso ai libri e ad altro materiale di stampa per le persone non vedenti e ipovedenti. Se approvata la proposta contribuirebbe a rendere il materiale disponibile in formati come il Braille, stampa a caratteri grandi, e-book e audiolibri. Sempre giovedì i deputati della Commissione parlamentare per lo sviluppo voteranno per migliorare le condizioni di milioni di lavoratori del settore tessile e dell'abbigliamento a livello globale. Tra le proposte, cosiddetti controlli di “due diligence” lungo l'intera filiera produttiva e distributiva, ma anche la possibile apprlicazione di preferenze commerciali condizionali e l'adozione di un nuovo sistema di etichette.






RIF. : 20170320STO67705
Aggiornato il: ( 20-03-2017 - 17:05)