Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Direttiva tabacco: Parlamento approva norme per dissuadere i giovani dal fumare

Tornata Comunicati stampa - Sanità pubblica26-02-2014 - 15:35
 
E-Cigarette in a public place   ©BELGA/MAXPPP/ILLUSTRA/D.Bedrunes

Il Parlamento europeo ha votato a favore del progetto di legge per l'aggiornamento della direttiva europea sul tabacco. L'obiettivo è di rendere meno attraente il fumo per i giovani. Un accordo informale era già stato trovato con i ministeri della Salute. Secondo le nuove regole, la foto con le avvertenze sugli effetti alla salute dovrà coprire il 65% del pacchetto.


 Le sigarette elettroniche saranno regolate come medicinali se vendute come prodotti per aiutare a smettere di fumare, o come prodotti di tabacco in caso contrario.


"Questo è il risultato di anni di lavoro in un contesto di intensa attività di lobbying da parte dell'industria del tabacco e dei suoi gruppi. Le nuove misure sono un grande passo avanti per il controllo del tabacco e aiuteranno a prevenire che una nuova generazione di fumatori sia reclutata. Sappiamo che si tratta di ragazzi - non adulti - che iniziano a fumare: la stragrande maggioranza dei fumatori inizia prima del loro 18 ° compleanno" ha spiegato la relatrice Linda McAvan (S&D, UK). La relazione è stata approvata con 514 voti a favore, 66 contrari e 58 astensioni.


Avvertenze per la salute: due terzi del pacchetto


L'attuale legislazione richiede che le avvertenze per la salute coprano almeno il 30% della superficie frontale del pacchetto e il 40% della parte anteriore. Il nuovo testo stabilisce di aumentare l'area fino al 65%, davanti e dietro, e che tali avvertimenti siano sotto forma d'immagine - cosa che non accade nella maggior parte degli Stati membri al momento. I pacchetti con meno di 20 sigarette, che sono meno costosi e quindi più accessibile ai ragazzi, sarebbero vietate in quei pochi paesi dove sono ancora consentite.


Sigarette elettroniche: due opzioni


Come chiesto dai deputati, il mercato delle sigarette elettroniche deve essere regolato. Le sigarette elettroniche saranno trattate come medicinali se vendute come prodotti che aiutano a smettere di fumare, oppure come prodotti di tabacco in caso contrario. Nell'ultimo caso, la concentrazione di tabacco non deve superare i 20 mg/ml.

Le sigarette elettroniche ricaricabili saranno consentite. Queste dovranno inoltre avere delle misure di sicurezza per i bambini e delle avvertenze per la salute. Saranno anche sottomesse alle stesse restrizioni pubblicitarie degli altri prodotti contenenti tabacco.


Additivi in mostra e aromi vietati


Il testo vieta anche gli aromi per le sigarette e il tabacco da arrotolare. Le sigarette aromatizzate al mentolo saranno vietate dal 2020. Gli aromi saranno permessi per il tabacco per pipe ad acqua.

Alcuni additivi che sono particolarmente dannosi per la salute saranno vietati e le autorità di regolamentazione avranno nuovi poteri per richiedere all'industria del tabacco di effettuare studi supplementari su una lista di additivi che sarà predisposta. Gli additivi necessari alla produzione di tabacco, come lo zucchero, saranno autorizzati.


700.000 morti all'anno in UE


Dodici anni dopo l'entrata in vigore dell'attuale direttiva, fumare rimane la causa di morte principale e più evitabile. Nell'Unione europea muoiono 700.000 persone l'anno. Negli anni passati, le misure per disincentivare il fumo hanno contribuito a ridurre la percentuale di fumatori dal 40% nell'UE15 (2002) al 28% nell'UE27 (2012).


Prossimi tappe


Il testo dovrà essere approvato dal Consiglio dei Ministri il 14 marzo. Gli Stati membri avranno due anni per implementare le nuove regole.

Procedura: co-decisione, accordo in prima lettura


RIF. : 20140221IPR36632
 
 
Contatti
 
  • Federico DE GIROLAMO
  • Press Unit
  • Telephone number(+32) 2 28 31389 (BXL)
  • Telephone number(+33) 3 881 72850 (STR)
  • Mobile number(+32) 498 98 35 91