Accesso diretto alla navigazione principale (Premi "Invio")
Accesso ai contenuti della pagina (premere "Invio")
Accesso diretto all'elenco degli altri siti web (Premi "Invio")

Notizie

Relazioni esterne

 
A picture taken from the Israeli Gaza border shows smoke billowing from the Gaza Strip following an Israeli air strike on July 16, 2014.  ©BELGA/AFP/J.GUEZ  

I deputati europei di tutti i gruppi parlamentari hanno condannato nel corso di un dibattito tenutosi il mercoledí sera la recente ondata di violenza nei territori di Gaza ed Israele chiedendo alle due parti ci accettare immediatamente il cessate il fuoco. Oggi si terrà il voto dei parlamentari europei sulla relativa risoluzione. (Seguito: I deputati chiedono l'immediato cessate il fuoco nel conflitto Israele-Palestina )

 
 
MEP Buzek_  

Sono passati già dieci anni dal più grande allargamento dell'UE. Dieci Stati membri avevano integrato l'Unione da Est e Sud. Qual è il bilancio oggi? Abbiamo incontrato il primo Presidente del PE proveniente da uno di questi paesi, il deputato polacco di centro destra Jerzy Buzek. (Seguito: Dieci anni di allargamento: "Un'Europa che respira con entrambi i suoi polmoni" )

 
 
 

Oggi si celebra un anniversario speciale dell'UE. Dieci anni fa gli Stati membri sono passati da 15 a 25 spingendosi più ad Est e a Sud, con Malta e Cipro. L'allargamento ha permesso di superare le antiche divisioni tra paesi. Guarda l'infografica che ripercorre tutte le tappe della costruzione europea. (Seguito: 2004-2014: dieci anni dall'allargamento UE più grande della storia )

 
 

Ucraina: da Euromaidan alle elezioni presidenziali

Tornata Allargamento / Relazioni esterne29-04-2014 - 14:54
 

L'UE e l'Ucraina hanno firmato un accordo di associazione bilaterale il 27 giugno 2014. Nella nostra linea del tempo, potete leggere tutti gli ultimi sviluppi dell'Ucraina, a partire dal movimento Euromaidan, passando per la Crimea, le elezioni presidenziali e la firma finale dell'accordo. (Seguito: Ucraina: da Euromaidan alle elezioni presidenziali )

 
 
FB chat with Pawel Kowal  

Negli ultimi quattro mesi l'Ucraina è stata sulla prima pagina di tutti i giornali. Quello che era iniziata come una manifestazione di massa è diventata un guerriglia violenta sfociata con l'annessione della Crimea da parte della Russia. In chat il 9 aprile, il presidente della delegazione del PE in Ucraina, Paweł Kowal (ECR, Polonia) ha ricordato che l'UE "avrebbe dovuto reagire con più anticipo". (Seguito: Paweł Kowal: se la reazione dell'UE è debole, Putin farà un altro passo avanti )

 
 

L'assemblea parlamentare paritetica ACP-UE s'incontra a Strasburgo

Altro Relazioni esterne17-03-2014 - 16:08
ACP-EU meeting helded in Strasbourg  

Immigrazione, terrorismo e lotta contro l'AIDS sono le priorità dell'agenda dell'incontro dell'assemblea ACP-UE a Strasburgo, dal 17 al 19 marzo. I lavori sono stati ufficialmente aperti lunedì dai vicepresidenti Louis Michel (ALDE) e Fitz A. Jackson (Giamaica), in presenza del portavoce del parlamento greco Evangelos Meimarakis. (Seguito: L'assemblea parlamentare paritetica ACP-UE s'incontra a Strasburgo )

 
 

27th ACP-EU Joint Parliamentary Assembly session

External relations17-03-2014 - 10:39

TWO PARLIAMENTARY MEETINGS From 17-19 March the 27th plenary session of the ACP-EU Joint Parliamentary Assembly takes place. This session will be formally opened by its co-presidents Louis Michel for the European Parliament and Fitz A. Jackson (Jamaica) for the ACP. The Speaker of the Hellenic Parliament Evangelos Meimarakis will be present at the opening. (Read more: 27th ACP-EU Joint Parliamentary Assembly session )

 
 

Ucraina: un'azione decisa contro la Russia

Altro Relazioni esterne12-03-2014 - 18:33
Speakers from L to R, top to bottom: Dimitrios Kourkoulas, José Manuel Barroso, José Ignacio Salafranca, Hannes Swoboda, Johannes Cornelis Van Baalen, Rebecca Harms, Ryszard Antoni Legutko, Nikola Vuljanic and Jacek Kurski  

Durante il dibattito sull'intervento militare russo in Ucraina del 12 marzo, il PE ha richiesto un'azione decisa contro l'intervento russo. I parlamentari hanno inoltre respinto l'imminente referendum in Crimea, che considerano truccato e contrario alle normative intarnazionali e a quella ucraina. L'Unione Europea dovrà inoltre sostenere l'Ucraina e continuare a lavorare per una risoluzione pacifica del conflitto. (Seguito: Ucraina: un'azione decisa contro la Russia )

 
 

Turchia: "Bisogna riformare il paese per i loro cittadini, non per noi"

Altro Relazioni esterne12-03-2014 - 16:20
MEP Ria OOMEN-RUIJTEN on Turkey progress report  

I recenti sospetti di corruzione e frodi, mancanza di separazione tra i poteri e gli eventi del 2013 hanno portato alla relazione più dura sul processo di adesione della Turchia in Europa dall'inizio delle trattative. "La giustizia è la parola chiave. La Turchia non dovrebbe modernizzarsi per noi, ma per il paese e per i suoi cittadini" ha ricordato la relatrice olandese di centro destra Ria Oomen-Ruijten. (Seguito: Turchia: "Bisogna riformare il paese per i loro cittadini, non per noi" )