Condividi questa pagina: 

Nel dibattito di mercoledì con il vicepresidente della Commissione e commissario per il mercato unico digitale, Andrus Ansip, i deputati hanno accolto con favore le nuove iniziative volte a consentire ai consumatori e alle aziende di acquistare e vendere prodotti e servizi online più facilmente in tutta l'UE. Il Parlamento deciderà congiuntamente e in condizioni paritarie con il Consiglio dei Ministri sulle proposte legislative del mercato unico digitale.

Il pacchetto per migliorare l'e-commerce in Europa, presentato dalla Commissione a mezzogiorno, include alcune proposte sul geo-blocking ingiustificato, sulla consegna transfrontaliera dei pacchi e sull'applicazione dei diritti dei consumatori oltre le frontiere nazionali. La Commissione ha inoltre presentato una proposta per aggiornare la direttiva sui servizi di media audiovisivi dell'UE e una comunicazione sulle piattaforme online.


Nel corso del dibattito, i deputati hanno ribadito la volontà di assicurarsi che tutti i cittadini beneficeranno del pacchetto sul mercato unico digitale presentato dalla Commissione il 25 maggio, lodando la scelta di non adottare un approccio "one-size-fits-all" per le piattaforme online e chiedendo una maggiore trasparenza nel mercato delle consegne pacchi.


Alcuni deputati hanno affermato che la proposta sul geo-blocking avrebbe potuto essere più ambiziosa, facendo riferimento in particolari ai problemi legati al copyright. Altri hanno sottolineato che su questo aspetto c'è ancora molto da fare.

 

Registrazioni video delle dichiarazioni in nome dei gruppi politici

 

Andrus ANSIP, Vice-presidente della Commissione responsabile del mercato unico digitale

Andreas SCHWAB (PPE, DE)

Evelyne GEBHARDT (S&D, DE)

Hans-Olaf HENKEL (ECR, DE)        

Dita CHARANZOVÁ (ALDE, CS)

Dennis DE JONG (GUE/NGL, NL)

Julia REDA (Verdi/EFA, DE)

Barbara KAPPEL (ENF, AT)


 

Nota per i redattori

 

La strategia per il mercato unico digitale comprende 16 iniziative (legislative e non) che saranno presentate entro la fine di quest'anno. La Commissione europea ha già presentato proposte legislative sui contratti per la fornitura di contenuti digitali (ad esempio lo streaming di musica), i contratti per la vendita on-line e di beni a distanza (ad esempio, l'acquisto di vestiti online), la portabilità transfrontaliera dei contenuti online (permettendo alle persone che acquistano contenuti online - film, libri, partite di calcio, serie TV - di poterne usufruire ovunque in Europa) e l'utilizzo della banda di frequenza 470-790 MHz per i servizi internet mobili nell'UE.


Le raccomandazioni del Parlamento per rafforzare il pacchetto sul mercato unico digitale sono state votate il ​​19 gennaio 2016 con una risoluzione redatta da Evelyne Gebhardt (S&D, DE) e Kaja Kallas (ALDE, ET).