Condividi questa pagina: 

La decisione del parlamento turco di revocare l'immunità dai procedimenti giudiziari a 138 dei suoi membri è stata criticata dai deputati nel corso del dibattito di mercoledì con il commissario europeo per la politica di vicinato e l'allargamento, Johannes Hahn. Secondo i deputati, è un tentativo del Presidente turco Erdogan di zittire l'opposizione e acquisire maggior potere per minare lo Stato di diritto e la libertà di espressione, danneggiando probabilmente le relazioni UE-Turchia.

Il Commissario Hahn ha sottolineato che l'UE ha dimostrato la volontà di rafforzare l'impegno con la Turchia con il sostegno politico e finanziario, ma che questa non è una strada a senso unico e ci sono gravi battute d'arresto che influenzano lo Stato di diritto e la libertà di espressione in Turchia.


I deputati di tutti i gruppi politici hanno criticato la decisione del parlamento turco di privare dell'immunità 138 dei suoi membri, di cui la maggior parte dell'opposizione filo-curda. Hanno invitato la Turchia a rispettare la libertà di espressione e a proteggere i diritti delle minoranze.


Alcuni deputati hanno motivato la decisione del parlamento turco come un tentativo da parte del Presidente Erdogan di mettere a tacere l'opposizione, cambiare la costituzione e aumentare i poteri presidenziali e ciò va contro la responsabilità di adesione all'UE della Turchia nel garantire la stabilità delle istituzioni.


È possibile rivedere il dibattito in Plenaria su EP Live e EbS+.