Condividi questa pagina: 

Il Parlamento europeo osserva un minuto di silenzio per le vittime del terremoto del 24 agosto nell’Italia centrale  

Il Presidente Schulz ha aperto la sessione invitando i deputati a un minuto di silenzio per le vittime del grave terremoto nell’Italia centrale del 24 agosto, che ha causato quasi 300 vittime, lasciato 3.000 persone senza abitazione, danneggiato oltre 70 paesi e, in alcuni casi, distrutto intere comunità.

Ricordando le immagini raccapriccianti di Amatrice, Accumoli e Pescara del Tronto, Schulz ha ringraziato la Protezione Civile italiana, i vigili del fuoco, i paramedici, le autorità locali e i volontari che si sono battuti per salvare vite umane, fornire protezione e garantire i primi soccorsi.


Case, palazzi e chiese possono essere ricostruiti e lo saranno con l'aiuto dell'UE, ma il vuoto lasciato dai morti non può essere riempito, ha ammesso Schulz, trasmettendo la solidarietà del Parlamento alle vittime, alle loro famiglie e agli amici.


Deputati entranti/uscenti


Angelo CIOCCA (ENL, IT) ha sostituito Gianluca BUONANNO dal 7 luglio.


Cambiamenti all’ordine del giorno

 

Mercoledì

 

Le dichiarazioni di Consiglio e Commissione e un dibattito sulla "necessità di una politica di reindustrializzazione europea alla luce dei recenti casi Caterpillar (Francia) e Alstom (Belgio)" sono stati aggiunti come primo punto del pomeriggio. Una risoluzione sarà votata nel mese di ottobre. La seduta è prolungata fino alle 24.00.

 

Giovedì


L'interrogazione orale sui "regimi di reddito minimi nell’UE" viene spostata dal pomeriggio alla mattina, come primo punto, a partire dalle 8.00. Nel pomeriggio, si terrà l'interrogazione orale sulle "partite truccate".