Condividi questa pagina: 

Il film Sámi Blood, coproduzione svedese, norvegese e danese, ha vinto l'11a edizione del Premio LUX. 

Sámi Blood, coproduzione svedese, norvegese e danese, ha vinto l'11a edizione del Premio LUX.

Il vincitore è stato annunciato martedì a Strasburgo dal Presidente del PE, Antonio Tajani.

 

Il Presidente Tajani si è congratulato con i tre finalisti e con la troupe cinematografica vincitrice, e ha dichiarato: "Il Premio Lux è l'avanguardia della promozione del cinema made in Europe, della nostra industria creativa e della nostra diversità culturale e linguistica.”

 

“La settima arte è nata qui in Europa. Il cinema rappresenta un motore di cultura, valori e dialogo. Questa edizione spiana la strada a una proficua edizione 2018, anno del patrimonio culturale europeo. Il patrimonio culturale non è composto solo da letteratura e arte. È fatto anche delle storie che raccontiamo e dai film che guardiamo. È il tessuto della nostra vita", ha aggiunto.

 

Sámi Blood, realizzato dalla regista svedese Amanda Kernell, racconta la storia di una giovane ragazza sami che abbandona la sua comunità perché sogna una vita diversa, ma che per perseguire il suo obiettivo dovrà affrontare comportamenti razzisti.