Candidati capilista ed elezione della Commissione europea 

 
 

Condividi questa pagina: 

La procedura dei candidati capilista (‘SpitzenKandidat’), cui si è fatto ricorso per la prima volta alle elezioni europee del 2014, offre ai cittadini europei l'opportunità di dire la loro sui candidati alla Presidenza della Commissione europea.

Candidati capilista ed elezione della Commissione europea 

In base ai risultati delle elezioni europee, uno dei candidati capolista sarà eletto Presidente della Commissione dal Parlamento europeo, previa proposta formale dei Capi di stato o di governo, che prenderanno in considerazione l'esito delle elezioni europee.


Così è stato per la prima volta nel 2014 quando il candidato capolista del Partito popolare europeo, Jean-Claude Juncker, è stato nominato Presidente della Commissione. Prima delle elezioni 2014, cinque partiti politici europei avevano designato i loro "candidati capilista".


Il Parlamento è pronto a respingere ogni candidato alla Presidenza della Commissione che non sia stato designato "candidato capolista"


In una risoluzione votata a febbraio 2018, il Parlamento si è detto disposto a rifiutare qualsiasi candidato alla Presidenza della Commissione che non sia stato designato "candidato capolista" prima delle elezioni europee del 2019. Inoltre, ha aggiunto che i commissari in carica potranno candidarsi come capilista prima delle elezioni europee senza dover prendere prima un congedo non retribuito, ma non possono tuttavia utilizzare le risorse umane o materiali della Commissione per qualsiasi attività connessa alla campagna elettorale.


Un processo più democratico e trasparente


Anche la Commissione ha raccomandato di continuare e migliorare questa procedura, conosciuta anche come "Spitzenkandidaten", in vista delle elezioni del Parlamento europeo del 2019. Entro la fine del 2018, i partiti nazionali ed europei dovrebbero annunciare il candidato alla Presidenza della Commissione da loro sostenuto e, idealmente all'inizio del 2019, annunciare il programma del candidato.


I partiti europei devono nominare i candidati capilista


I partiti politici europei nomineranno i loro candidati capilista nell’autunno /inverno 2018. Essi presenteranno e discuteranno i loro programmi politici sul futuro dell'Europa in dibattiti dal vivo durante la campagna elettorale nel 2019.


Un partito politico europeo è un partito che opera a livello europeo ed è costituito da partiti nazionali con parlamentari eletti in almeno un quarto degli Stati membri. Nell'aprile 2018 sono state approvate le nuove regole sul finanziamento dei partiti politici europei e delle fondazioni politiche europee.


Date e modalità di svolgimento dei congressi dei partiti politici (al 15/10)


Partito Popolare Europeo (PPE)

Congresso 7-8 novembre a Helsinki (Finlandia)


Il Partito Popolare Europeo (PPE) deciderà il suo "candidato principale" durante il Congresso di Helsinki, che si terrà il 7 e 8 novembre 2018. Per diventare un candidato ufficiale, un candidato aveva bisogno del sostegno del proprio partito e di altri due partiti membri, in rappresentanza di Stati membri diversi. L'Assemblea politica del PPE esaminerà i candidati il 6 novembre 2018 e sottoporrà i candidati idonei al voto al Congresso di Helsinki. Per vincere è necessaria la maggioranza assoluta dei voti.


Partito dei socialisti europei (PSE)

Congresso 7-8 dicembre a Lisbona (Portogallo)


Lo "Spitzenkandidat" del Partito dei socialisti europei (PSE) sarà annunciato dopo il congresso dei membri che si terrà a Lisbona il 7 e 8 dicembre 2018. Il candidato doveva essere nominato da uno di essi e sostenuto dal 25% dei partiti o delle organizzazioni, che sono membri a pieno titolo del PSE. Il comitato elettorale, che sta per essere istituito dalla presidenza del PSE, finalizzerà l'elenco dei potenziali candidati. Il "candidato principale" sarà scelto da questa lista con voto a maggioranza assoluta il 1° dicembre 2018, la giornata elettorale europea del PSE, e annunciato una settimana dopo.


Partito europeo dei Verdi

Congresso 23-25 novembre a Berlino (Germania)


I due "Spitzenkandidaten" dei Verdi dovrebbero essere annunciati il 23-25 novembre 2018, quando si terrà il Consiglio d'autunno del partito a Berlino. Per diventare un candidato ufficiale, era necessario il sostegno di almeno sei partiti membri, compreso il partito del candidato stesso. I potenziali candidati (3) condurranno campagne per ottenere il sostegno dei membri del partito. Il risultato delle votazioni sarà annunciato dopo il Consiglio d'autunno.


Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE)

Congresso 8-10 novembre a Madrid


Il Partito dell'Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l'Europa (ALDE) aprirà le candidature per il suo "candidato principale" l'8-10 novembre a Madrid durante il Congresso. I delegati di tutti i partiti membri dell'UE possono nominare potenziali candidati, ma devono anche essere sostenuti da tre partiti membri in diversi Stati membri dell'UE. Se il candidato ottiene la maggioranza dei voti durante il Consiglio che si terrà alla fine di febbraio 2019 (da confermare), diventa lo "Spitzenkandidat" del partito.


Seguiranno ulteriori aggiornamenti su altri partiti politici.