Opposizione democratica in Venezuela - 2017, Venezuela

Opposizione democratica in Venezuela: l'Assemblea nazionale (Julio Borges) e tutti i prigionieri politici figuranti nell'elenco del Foro Penal Venezolano, rappresentati da Leopoldo López, Antonio Ledezma, Daniel Ceballos, Yon Goicoechea, Lorent Saleh, Alfredo Ramos e Andrea González

Opposizione democratica in Venezuela, vincitrice del Premio Sacharov 2017

© EU 2017 - EP/AP Images / Ariana Cubillos

Nel 2017 il Parlamento ha conferito il Premio Sacharov all'OPPOSIZIONEDEMOCRATICA DEL VENEZUELA, ovvero all'Assemblea nazionale del paese(rappresentata da Julio Borges) e a tutti i prigionieri politici figurantinell'elenco del Foro Penal Venezolano(rappresentati da Leopoldo López, Antonio Ledezma, Daniel Ceballos, YonGoicoechea, Lorent Saleh, Alfredo Ramos e Andrea González).

Da diversi anni il Venezuela sta attraversando una crisi politica. Ilpartito al potere ha sistematicamente limitato lo Stato di diritto e l'ordinecostituzionale e nel marzo 2017 la Corte suprema ha tolto il potere legislativoall'Assemblea nazionale eletta democraticamente. Julio Borges, presidentedell'Assemblea nazionale, ha riassunto la situazione in Venezuela con queste parole:«Non è solo un scontro politico, quello in atto in Venezuela. È uno scontrovitale ed esistenziale basato sui valori.»

In un contesto di inflazione alle stelle, caos e disordini, situazione che durada almeno un decennio, il governo venezuelano ha perseguitato, maltrattato edetenuto centinaia di oppositori politici. L'identità e lo status deiprigionieri politici sono indicati dal ForoPenal Venezolano, un'importante organizzazione venezuelana per i dirittiumani che fornisce assistenza legale gratuita a coloro che dispongono dilimitate risorse economiche e che si presume siano detenuti arbitrariamente,torturati o aggrediti durante le proteste.

Tra quanti sono stati detenuti dal governo venezuelano figurano leaderdi primo piano dell'opposizione come Leopoldo López, Antonio Ledezma, DanielCeballos, Yon Goicoechea, Lorent Saleh, Alfredo Ramos e Andrea González. Alcunidi essi sono stati temporaneamente rilasciati nel 2018, mentre altri sonoancora agli arresti domiciliari o in carcere, talvolta in condizioni disumane edifficili.

Dopo più di tre anni di detenzione, il leader dell'opposizione venezuelanaLeopoldo López è agli arresti domiciliari dal luglio 2017 e non può tornaresulla scena politica. Un altro politico di spicco dell'opposizione, l'ex sindacodi Caracas Antonio Ledesma, è agli arresti domiciliari dal 2015 ma è riuscito afuggire dal paese nel novembre 2017, mentre sono stati incarcerati anche l'exsindaco di Iribarren, Alfredo Ramos, e l'ex sindaco di San Cristobal, DanielCeballos. Entrambi hanno recuperato la libertà.

In seguito alle elezioni presidenziali del maggio 2018, boicottatedall'opposizione e i cui risultati non sono stati riconosciuti dalla maggiorparte degli attori internazionali, tra cui l'Unione europea, il governo venezuelanoha cercato di migliorare la propria immagine rilasciando alcuni prigionieripolitici. Tuttavia, il vincitore del Premio Sacharov Lorent Saleh, leaderstudentesco e attivista a favore della democrazia, è stato tenuto in isolamentonel carcere di Heliocoide a Caracas, nonostante il peggioramento del suo statodi salute.

Il Premio Sacharov è un riconoscimento al loro coraggio e al loroimpegno costante per un futuro di libertà e prosperità in Venezuela.

Nadia Murad e Lamiya Aji Bashar – 2016, Iraq

Raif Badawi – 2015, Arabia Saudita

Denis Mukwege – 2014, Repubblica democratica del Congo

Malala Yousafzai – 2013, Pakistan

Nasrin Sotoudeh – 2012, Iran

Jafar Panahi – 2012, Iran

Mohamed Bouazizi – 2011, "Primavera araba", Tunisia

Ali Ferzat – 2011, "Primavera araba", Siria

Asmaa Mahfouz – 2011, "Primavera araba", Egitto

Ahmed El Senussi – 2011, "Primavera araba", Libia

Razan Zaitouneh – 2011, "Primavera araba", Siria

Guillermo Fariñas – 2010, Cuba

Altri vincitori