Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
6 settembre 2005
E-2915/2005
Risposta data da Ján Figel a nome della Commissione

La Commissione condivide la preoccupazione dell’onorevole parlamentare di promuovere la diversità linguistica. Quest’ultima costituisce infatti una ricchezza che la Commissione, nell’ambito delle sue competenze, si impegna a tutelare.

1. Statistiche recenti ed affidabili sull’insegnamento delle lingue nelle scuole europee figurano nella pubblicazione «Cifre chiave dell’insegnamento delle lingue a scuola in Europa» (2005) edita da Eurydice(1).

Inoltre, l’indagine sull’istruzione degli adulti che verrà organizzata da Eurostat nel 2005-2007 riunirà dati sulle lingue conosciute e studiate nella prospettiva dell’apprendimento durante tutto l’arco della vita.

Per contro, la Commissione non dispone di dati statistici sull’uso delle diverse lingue europee nelle applicazioni scientifiche e nei congressi internazionali.

2. La Commissione, con il sostegno del Centro di ricerca sul multilinguismo di Bruxelles, ha pubblicato lo studio «Euromosaic»(2) consistente in un censimento delle lingue regionali e minoritarie d’Europa, recentemente aggiornato per includervi i dieci nuovi Stati membri.

La Commissione finanzia inoltre l’Ufficio europeo per le lingue meno utilizzate (EBLUL) e i tre centri Mercator che analizzano le lingue regionali e minoritarie nei settori della legislazione, dei mezzi d’informazione e dell’istruzione.

Infine, su iniziativa del Parlamento, la Commissione ha recentemente pubblicato uno studio di fattibilità sull’istituzione di un’Agenzia per la diversità linguistica e per l’apprendimento delle lingue.

3. La comunicazione della Commissione sul multilinguismo, la cui pubblicazione è prevista per il prossimo autunno, fornirà un contributo al dibattito in corso sulle lingue nell’Unione europea. Inoltre, nella primavera del 2006, la Commissione organizzerà una conferenza sulle lingue regionali e minoritarie nei sistemi educativi e di formazione.

(1)http://www.eurydice.org/Documents/KDLANG/2005/IT/FrameSet.htm
(2)http://europa.eu.int/comm/education/policies/lang/languages/langmin/euromosaic/index_en.html

GU C 327 del 30/12/2006
Ultimo aggiornamento: 31 maggio 2006Avviso legale