Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
12 settembre 2011
E-006709/2011
Risposta

Conformemente alla procedura di votazione a maggioranza qualificata inversa proposta dalla Commissione nel contesto del pacchetto di governance economica, una raccomandazione della Commissione è considerata adottata a meno che il Consiglio decida a maggioranza qualificata di respingere la raccomandazione entro un determinato termine a decorrere dall'adozione della raccomandazione stessa da parte della Commissione.

In base a questa procedura nel contesto della votazione a maggioranza qualificata inversa, qualora il Consiglio decida di procedere al voto su raccomandazione della Commissione, la ponderazione dei voti degli Stati membri prevista dai trattati rimane invariata (cfr. tabella in appresso). Le attuali norme per il calcolo della maggioranza qualificata figurano all'articolo 3 del protocollo (n. 36) sulle disposizioni transitorie(1). Gli effetti di tale articolo possono essere riassunti come segue.

Un atto è adottato se sono espressi almeno 255 voti ponderati favorevoli (su un totale di 345), ossia almeno due terzi dei membri del Consiglio quando questo delibera su raccomandazione della Commissione(2) (3). Allorché si applica il voto a maggioranza qualificata, la minoranza di blocco è 91 voti mentre, nel caso della votazione a maggioranza qualificata inversa, il numero minimo di voti richiesto per respingere la raccomandazione della Commissione è 255.

Francia, Germania, Italia, Regno Unito29
Polonia, Spagna27
Romania14
Paesi Bassi13
Belgio, Repubblica ceca, Grecia, Ungheria, Portogallo12
Austria, Bulgaria, Svezia10
Denmark, Finland, Ireland, Lithuania, Slovakia7
Cipro, Estonia, Lettonia, Lussemburgo, Slovenia4
Malta3

(1)Norme diverse si applicheranno a partire dal 1novembre 2014 (cfr. articolo 16, paragrafo 4 del TUE e articolo 238, paragrafi 2 e 3 del TFUE).
(2)Inoltre, un membro del Consiglio può chiedere che si proceda a verifica per accertata che gli Stati membri che compongono la maggioranza qualificata rappresentino almeno il 62% della popolazione totale dell'UE.
(3)Quando, ai sensi dei trattati, non tutti i membri del Consiglio partecipano ad una votazione (ad esempio quando vi partecipano solo i membri che rappresentano gli Stati membri della zona euro) si applicano le medesime proporzioni. Poiché 255 rappresenta il 73,91% di 345, il numero di voti richiesto per raggiungere una maggioranza qualificata è pari al 73,91% del numero totale di voti dei membri partecipanti.

GU C 128 E del 03/05/2012
Ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2011Avviso legale