Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
30 agosto 2013
E-008295/2013
Risposta di László Andor a nome della Commissione

Il Fondo sociale europeo (FSE) si prefigge di promuovere le opportunità occupazionali dei lavoratori, tra l'altro accrescendo la loro adattabilità al cambiamento e sostenendo le azioni condotte negli Stati membri per lottare contro la disoccupazione. L'FSE è implementato per il tramite di programmi operativi nazionali o regionali (PO) conformemente al principio della gestione concorrente. La Commissione invita pertanto gli onorevoli deputati a mettersi in contatto con le autorità di gestione competenti per i PO(1) delle regioni italiane in questione al fine di ottenere informazioni sulle possibilità offerte da ciascun PO per aiutare i lavoratori in esubero a trovare un nuovo lavoro.

Per quanto concerne il Fondo europeo di adeguamento alla globalizzazione (FEG), dall'inizio del 2012 possono essere accettate soltanto domande volte ad aiutare i lavoratori messi in esubero in seguito ai grandi mutamenti intervenuti nella struttura del commercio mondiale a causa della globalizzazione. Per il periodo 2014-2020 la Commissione ha proposto di reintrodurre su base permanente il criterio di crisi tra i motivi per un potenziale sostegno del FEG.

Soltanto gli Stati membri possono candidarsi a un sostegno del FEG, anche se l'iniziativa di una candidatura può provenire da stakeholder individuali. Lo Stato membro è responsabile dell'implementazione, della gestione e del controllo del sostegno erogato ai lavoratori, ma alcune di queste responsabilità possono essere delegate a livello regionale o locale.

I principali strumenti di cui dispone l'UE per erogare un sostegno sono l'FSE e il FEG. Gli Stati, inoltre, gestiscono spesso programmi propri. La Commissione non dispone di informazioni dettagliate su tali programmi e suggerisce pertanto di contattare direttamente le autorità pertinenti dello Stato membro.

(1)http://ec.europa.eu/esf/main.jsp?catId=386&langId=en.

GU C 65 E del 05/03/2014
Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2013Avviso legale