Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
11 febbraio 2014
E-014016/2013
Risposta di Janez Potočnik a nome della Commissione

La Commissione è a conoscenza dei risultati del progetto ESCAPE che sono stati ampiamente utilizzati nello studio dell'Organizzazione mondiale della sanità concernente gli impatti dell'inquinamento atmosferico sulla salute(1). Tale studio costituisce la base della proposta della Commissione del 2013 sulla qualità dell'aria(2).

Questa proposta è un passo importante nel conseguimento dell'obiettivo a lungo termine dell'UE di ridurre l'inquinamento atmosferico e garantire benefici per la salute dei cittadini. Inoltre per rispettare entro il 2015 i valori limite vigenti per le PM2,5 e raggiungere entro il 2020 l'obiettivo di riduzione dell'esposizione alle PM2,5. gli Stati membri dovranno garantire il pieno rispetto delle disposizioni vigenti in materia di qualità dell'aria stabilite nelle direttive UE sulla qualità dell'aria ambiente. A questo proposito la Commissione invita l'onorevole deputato a fare riferimento alla sua risposta E-013392/2013.

Il pacchetto di misure «Aria pulita» ed in particolare le nuove direttive proposte sulla riduzione delle emissioni nazionali e la combustione su piccola scala comportano riduzioni significative delle emissioni e miglioramenti della qualità dell'aria, determinando notevoli benefici per la salute nell'UE. In relazione alle PM2,5, si prevede entro il 2030 il dimezzamento degli impatti sulla salute (rispetto al 2005). La nuova strategia in materia di qualità dell'aria evidenzia la necessità di proseguire l'attività di attenuazione, monitorando nel contempo le norme in materia di qualità dell'aria vigenti. Oltretutto il pacchetto «Mobilità urbana»(3) adottatto recentemente contiene una serie di raccomandazioni per affrontare le sfide legate alla mobilità urbana, tra cui la riduzione significativa delle emissioni inquinanti dovute ai trasporti.

(1)Le relazioni dell'OMS sono reperibili su Internet, all'indirizzo: http://www.euro.who.int/en/health-topics/environment-and-health/air-quality/publications.
(2)Pacchetto di misure «Aria pulita» http://ec.europa.eu/environment/air/clean_air_policy.htm
(3)COM(2013) 913.

GU C 268 del 14/08/2014
Ultimo aggiornamento: 29 aprile 2014Avviso legale