Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
7 agosto 2017
E-004114/2017
Risposta di Margrethe Vestager a nome della Commissione

La Commissione prosegue le indagini relative a tutte le società dell'ex Gruppo Tirrenia e dei loro successori.

Il regolamento (UE) 2015/1589 del Consiglio non impone scadenze vincolanti per l'adozione di una decisione definitiva a seguito di un'indagine formale. Su questo caso, così complesso e ampio, l'indagine è tuttora in corso e sarà conclusa a tempo debito.

A settembre 2016 il Consiglio di Stato ha confermato la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio (TAR) del 2015, annullando così la decisione dell'autorità italiana garante della concorrenza e del mercato e la relativa sanzione. In considerazione delle precedenti indagini condotte nel settore e del fatto che i servizi in questione riguardano rotte interne italiane, l'autorità italiana garante della concorrenza e del mercato si trova nella posizione ideale per continuare a monitorare la situazione del mercato e ad adottare qualsiasi misura possibile contro eventuali violazioni del diritto di concorrenza nazionale o dell'UE.

Ultimo aggiornamento: 10 agosto 2017Avviso legale