Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
Interrogazioni parlamentari
16 gennaio 2013
P-010621/2012
Risposta di Janez Potočnik a nome della Commissione

I requisiti concernenti lo smaltimento dell’amianto nelle discariche sono stabiliti nella direttiva 1999/31/CE relativa alle discariche di rifiuti(1) e nel diritto derivato, ossia la decisione sui criteri per l’ammissione dei rifiuti nelle discariche(2). I requisiti in oggetto sono principalmente volti a prevenire le emissioni nell’atmosfera provocate dai rifiuti contenenti amianto nelle discariche e a garantirne, successivamente, un’adeguata copertura.

La direttiva quadro sulle acque(3) impone agli Stati membri di evitare qualsiasi tipo di deterioramento della qualità dei corpi idrici sotterranei e di conseguire un buono stato delle acque sotterranee entro il 2015. La direttiva sulle acque sotterranee(4) richiede agli Stati membri di determinare standard nazionali di qualità (i cosiddetti valori soglia) in funzione dei rischi di inquinamento delle acque sotterranee. Dalle informazioni a nostra disposizione nessuno Stato membro dell’UE ha stabilito un valore soglia relativo all’amianto.

Poiché la rimozione e l’ulteriore trattamento dell’amianto potrebbero comportare rischi ancora maggiori per la salute rispetto al deposito in discarica, tale opzione in via di principio non è realizzabile.

Tuttavia la Commissione contatterà le autorità italiane per chiedere delucidazioni in merito allo status giuridico della discarica in oggetto e ai potenziali rischi che comporta per le acque sotterranee.

(1)Direttiva 1999/31/CE del Consiglio, del 26 aprile 1999, relativa alle discariche di rifiuti; GU L 182 del 16.7.1999.
(2)Decisione 2003/33/CE del Consiglio, del 19 dicembre 2002, che stabilisce criteri e procedure per l'ammissione dei rifiuti nelle discariche ai sensi dell'articolo 16 e dell'allegato II della direttiva 1999/31/CE; GU L 11 del 16.1.2003.
(3)Direttiva 2000/60/CE, GU L 327 del 22.12.2000.
(4)Direttiva 2006/118/CE, GU L 372 del 27.12.2006.

GU C 317 E del 31/10/2013
Ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2013Avviso legale