Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
10 novembre 2008
E-6070/08
INTERROGAZIONE SCRITTA di Frieda Brepoels (PPE-DE) alla Commissione

 Oggetto: Bisfenolo A
 Risposta(e) 

Anche quest’anno l’EFSA ha effettuato una revisione del parere scientifico del 2006 sull’uso della sostanza chimica bisfenolo A. Le conclusioni rimangono invariate: la sostanza non rappresenta un pericolo per la salute pubblica e pertanto non si prevede un divieto del suo impiego. Negli Stati Uniti, tuttavia, è attualmente in corso di elaborazione un disegno di legge che vieterà l’uso del bisfenolo A nei biberon, nei vasetti di plastica e nei contenitori per il burro. Un aumento della temperatura potrebbe infatti determinare il rilascio del bisfenolo A e una conseguente interferenza endocrina.

Può la Commissione rispondere ai seguenti interrogativi:

1. Come spiega la Commissione il fatto che gli USA si stiano impegnando per proibire l’uso di una sostanza mentre l’UE non ritiene necessario intervenire? Si avvale forse l’EFSA di criteri diversi e meno rigidi rispetto alle autorità statunitensi competenti della valutazione dell’impatto del bisfenolo A sulla salute pubblica?
2. Rispetto all’EFSA, dispongono le autorità competenti statunitensi di altri dati o studi? In caso affermativo, di cosa si tratta?
3. Continuerà l’EFSA a seguire questa problematica e ad aggiornare la propria valutazione alla luce di nuovi dati?
4. Intende la Commissione, sull’esempio degli Stati Uniti, vietare l’impiego del bisfenolo A qualora in futuro risulti che questa sostanza chimica rappresenta effettivamente un pericolo per la salute pubblica?

Lingua originale dell'interrogazione: NLGU C 316 del 23/12/2009
Ultimo aggiornamento: 18 novembre 2008Avviso legale