Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

Interrogazioni parlamentari
26 febbraio 2010
E-0996/10
INTERROGAZIONE SCRITTA di Sergio Berlato (PPE) alla Commissione

 Oggetto: Crescenti episodi di «suicidi per insolvenza» di imprenditori
 Risposta(e) 

I criteri di accesso al credito per le imprese, stabiliti nell'accordo di Basilea II, hanno come obiettivo quello di consentire una valutazione oggettiva del merito di credito delle imprese, e conseguentemente, di rafforzare la solidità del sistema finanziario preservandolo il più possibile dai rischi di fallimento e/o dallo stato di insolvenza delle stesse.

Tuttavia, il tessuto produttivo italiano è costituito per circa il 98 % da piccole e medie imprese e l'applicazione dell'accordo si traduce in un minor accesso al credito per le imprese e in tassi di interesse più elevati. La congiuntura economica sfavorevole di questi anni e la contrazione dell'offerta di credito delle banche nei confronti delle PMI, hanno fatto sì che aumentassero le situazioni di disagio grave. In particolare, nella regione Veneto, si registra un fenomeno preoccupante: il verificarsi di episodi di cosiddetti «suicidi da insolvenza» fra gli imprenditori che non riescono a far fronte ai propri impegni finanziari. Questi tragici eventi, negli ultimi anni, non solo si sono consolidati ma hanno persino mostrato un incremento del 3 %.

Alla luce di questo dato preoccupante, considerato l'impatto sociale non trascurabile dell'attuale crisi economica e le difficoltà per il settore produttivo legate alla contrazione dell'accesso al credito, come intende intervenire la Commissione? Ritiene inoltre opportuno adattare i criteri dell'accordo in oggetto all'attuale contesto socioeconomico?

 GU C 138 E del 07/05/2011
Ultimo aggiornamento: 5 marzo 2010Avviso legale