Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Martedì 22 ottobre 2013 - Strasburgo Edizione rivista

9.2. Assistenza macrofinanziaria alla Repubblica kirghisa (A7-0334/2013 - Vital Moreira)
MPphoto
 
 

  Paolo Bartolozzi (PPE ), per iscritto . − Il voto di oggi segna un passo importante nell'attività di sostegno che l'Unione europea porta avanti con la sua politica di vicinato.

Grazie all'assistenza finanziaria che verrà fornita, la Repubblica del Kirghizistan – gravemente colpita nel 2010 da un'esplosione di violenza interetnica – potrà infatti portare avanti quei processi di stabilizzazione e quelle riforme costituzionali che permetteranno al paese di continuare il cammino già intrapreso verso la stabilità democratica ed economica.

Come Presidente della delegazione parlamentare per i rapporti tra il Parlamento europeo e l'Asia centrale – e quindi anche con il Kirghizistan – ho seguito costantemente l'evolversi di questo processo. Dopo quasi due anni di lavoro, ho quindi sostenuto con soddisfazione il risultato dell'impegno dimostrato dalle istituzioni nel raggiungere un accordo con una rapida procedura di seconda lettura.

Questo esito permetterà, infatti, dopo un lungo periodo di stallo burocratico, il rilascio del sostegno finanziario e garantirà al Kirghizistan il supporto di cui ha bisogno per proseguire il proprio impegno verso lo sviluppo, la stabilità, la condivisione dei valori democratici e la crescita economica. Sono convinto che il ripristino della sostenibilità finanziaria e sociale del paese influirà positivamente anche sul ruolo che il Kirghizistan gioca nella stabilità strategica regionale.

 
Ultimo aggiornamento: 5 dicembre 2013Avviso legale