Go back to the Europarl portal

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (Selected)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Index 
 Full text 
Debates
Thursday, 3 April 2014 - Brussels Revised edition

9.1. Effectiveness of European Social Fund spending on older workers (Court of Auditors Special Report 25/2012) (A7-0151/2014 - Zigmantas Balčytis)
MPphoto
 
 

  Lara Comi (PPE ), per iscritto . - Il periodo che stiamo vivendo non è dei più floridi per le famiglie e i lavoratori europei. Conosco quanto drammatica sia la situazione per quanto riguarda l'occupazione giovanile europea e in particolare nel mio paese, l'Italia. Se azioni forti devono essere compiute in quell'ambito, allo stesso tempo ritengo non si debbano dimenticare i lavoratori anziani e debba essere consentito loro di rimanere attivi nel mercato del lavoro. L'invecchiamento della popolazione, il cambiamento delle condizioni di lavoro, gli incentivi per il pensionamento anticipato che ancora non esistono, così come la crisi finanziaria e i cambiamenti nei modelli di produzione contribuiscono a rendere più difficile la vita di molto lavoratori anziani: l'Unione europea deve intervenire in maniera efficace. Considero il Fondo sociale europeo uno strumento finanziario chiave e il suo obbiettivo di aiutare gli Stati membri nel raggiungimento degli obiettivi della politica dell'UE per l'occupazione e l'inclusione sociale condivisibile. Ritengo quindi che le osservazioni compiute dal relatore siano volte a una migliore applicazione del Fondo e a un suo più corretto utilizzo. Per questo motivo voto a favore della relazione.

 
Last updated: 16 May 2014Legal notice