Go back to the Europarl portal

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (Selected)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Index 
 Full text 
Debates
Thursday, 3 April 2014 - Brussels Revised edition

9.5. Role of broadcasting media in projecting the EU and its values (A7-0248/2014 - Graham Watson)
MPphoto
 
 

  Lara Comi (PPE ), per iscritto . - L'utilizzo degli strumenti audiovisivi come mezzo diplomatico rappresenta un'ulteriore opportunità per l'Europa di farsi conoscere e identificare come un attore positivo nel panorama mondiale. Ho votato a favore di questa raccomandazione perché concordo nel promuovere nuove strategie a favore di un'informazione libera, completa e professionale che abbia portata mondiale, superi le barriere nazionali ed europee per raggiungere anche i paesi dove la stampa può essere manipolata, garantendo un'informazione obiettiva a tutti. Il progetto portato avanti con Euronews è la dimostrazione che questa può rappresentare un'idea vincente e come tale va portata avanti e ampliata. Garantire una maggiore consapevolezza e una comprensione obiettiva dei fatti deve essere una priorità per l'Unione perché soltanto in questo modo si possono portare avanti politiche estere di un certo tipo senza incorrere nel rischio di essere fraintesi, o promuovere obiettivi comuni la cui maggior visibilità garantisce una più grande partecipazione.

 
Last updated: 16 May 2014Legal notice