Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Procedura : 2013/0048(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo dei documenti :

Testi presentati :

A7-0346/2013

Discussioni :

PV 15/04/2014 - 7
CRE 15/04/2014 - 7

Votazioni :

PV 15/04/2014 - 17.6

Testi approvati :


Discussioni
Martedì 15 aprile 2014 - Strasburgo Edizione rivista

7. Sicurezza dei prodotti di consumo - Vigilanza del mercato dei prodotti - Protezione dei consumatori nei servizi di pubblica utilità (discussione)
Video degli interventi
PV
MPphoto
 
 

  Paolo Bartolozzi (PPE ), per iscritto. Ci accingiamo a votare oggi la proposta di regolamento relativa alla sicurezza dei prodotti di consumo.

Parte del cosiddetto pacchetto sulla sicurezza dei prodotti e vigilanza dei mercati, il testo in questione mira ad aumentare la trasparenza e la tracciabilità all'interno del mercato comune europeo, rendere più omogenee le condizioni in cui operano le imprese europee con quelle dei rispettivi partner commerciali extra UE e rafforzare la protezione e la sicurezza dei consumatori.

Sotto questo profilo viene ad assumere una rilevanza fondamentale il cosiddetto "made in ", ovvero quella disposizione che prevede l'indicazione del paese d'origine tra le informazioni da fornire ai consumatori per tutti i prodotti non alimentari ad essi destinati. Dopo lunghissimi dibattiti, si è tornati a parlare di marchio d'origine con ricadute estremamente positive per i consumatori e le imprese europei. I primi, infatti, saranno in grado di sapere dove sono stati prodotti i beni che decidono di acquistare e le imprese saranno finalmente in grado di vedere tutelati i propri prodotti e garantito il giusto riconoscimento delle proprie eccellenze. Sarà necessario l'impegno convinto di tutti per mantenere tale impostazione nelle prossime fasi negoziali.

 
Ultimo aggiornamento: 18 giugno 2014Avviso legale