Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Procedura : 2013/0402(COD)
Ciclo di vita in Aula
Ciclo del documento : A8-0199/2015

Testi presentati :

A8-0199/2015

Discussioni :

PV 13/04/2016 - 22
CRE 13/04/2016 - 22

Votazioni :

PV 14/04/2016 - 7.7
CRE 14/04/2016 - 7.7

Testi approvati :

P8_TA(2016)0131

Discussioni
Mercoledì 13 aprile 2016 - Strasburgo Edizione rivista

22. Protezione dei segreti commerciali contro l'acquisizione, l'utilizzo e la divulgazione illeciti (discussione)
Video degli interventi
PV
MPphoto
 

  Sergio Gaetano Cofferati, a nome del gruppo S&D . Signora Presidente, onorevoli colleghi, signor Commissario, il risultato al quale siamo giunti dopo una lunga e delicata discussione è molto importante.

La proposta iniziale del Consiglio – e anzi della Commissione che poi in verità non sempre è opportunamente sostenuta dal Consiglio – aveva dei limiti evidenti, rischiava esplicitamente di limitare la libertà di espressione e di informazione e non proteggeva adeguatamente gli informatori e i lavoratori.

Il risultato finale è esattamente l'opposto. Abbiamo ottenuto, con pazienza e con il concorso di tutti, mutamenti che sono oggi apprezzabili nel loro insieme e anche per ogni singolo capitolo. Aggiungo che spero che nel prosieguo dalla discussione dentro questo Parlamento, la Commissione abbia l'intenzione di presentare nuove proposte che dovranno riguardare gli informatori. Oggi gli informatori sono protetti nella direttiva della quale stiamo parlando perché sono esclusi dal campo di applicazione, per altre attività avranno bisogno invece di essere maggiormente garantiti laddove oggi non lo sono, ma aggiungo che spero anche che ci siano novità positive per quanto concerne la protezione dei lavoratori.

Se ho un rammarico è di non essere riuscito, insieme agli altri colleghi, a dare ai lavoratori la stessa tutela che hanno gli informatori, ma finché c'è vita c'è speranza. Dunque, oggi facciamo un passo in avanti importante, voteremo questa relazione, spero che ci sia la volontà da parte vostra di riaffrontare i temi che sono rimasti oggettivamente e inevitabilmente in parte inevasi.

 
Ultimo aggiornamento: 7 luglio 2016Avviso legale