Go back to the Europarl portal

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (Selected)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Index 
 Full text 
Debates
Wednesday, 6 July 2016 - Strasbourg Revised edition

7.12. Preparation of the Commission Work Programme 2017 (RC-B8-0885/2016 , B8-0885/2016 , B8-0886/2016 , B8-0892/2016 , B8-0893/2016 , B8-0894/2016 , B8-0895/2016 , B8-0896/2016 )
MPphoto
 
 

  Renato Soru (NI ), per iscritto. ‒ Ho votato oggi a favore delle proposte del Parlamento per la preparazione del programma di lavoro della Commissione per il 2017, indicando una serie di priorità strategiche per rilanciare l'azione dell'Unione, in un contesto difficile segnato dalla disillusione dei cittadini, delle divisioni nazionali e da ultimo dell'uscita del regno Unito dall'UE. È evidente la necessità di un cambio di rotta che possa dare risposte alla richiesta dei cittadini di condizioni di vita e di lavoro migliori e consenta la ripresa economica, la gestione efficace dei flussi migratori, la protezione dell'ambiente e precisi il ruolo internazionale dell'UE. Per questo chiediamo alla Commissione la definizione di un pilastro europeo dei diritti sociali con un pacchetto di misure volte a creare condizioni di lavoro eque, partendo da un'educazione di qualità. Ai fini della ripresa economica, vorrei sottolineare il ruolo cruciale dell'innovazione e quindi della necessità di elaborare una strategia industriale che rafforzi gli obiettivi di Europa 2020, facendo leva sulla sinergia tra i vari strumenti finanziari esistenti. Di fronte alle divisioni emerse tra Stati membri sulla gestione della crisi migratoria, l'unica soluzione è lavorare per una cooperazione basata sulla solidarietà, contrastando le strumentalizzazioni di chi vuole creare divisioni per indebolire l'azione dell'UE.

 
Last updated: 18 November 2016Legal notice