Torna al portale Europarl

Choisissez la langue de votre document :

  • bg - български
  • es - español
  • cs - čeština
  • da - dansk
  • de - Deutsch
  • et - eesti keel
  • el - ελληνικά
  • en - English
  • fr - français
  • ga - Gaeilge
  • hr - hrvatski
  • it - italiano (selezionato)
  • lv - latviešu valoda
  • lt - lietuvių kalba
  • hu - magyar
  • mt - Malti
  • nl - Nederlands
  • pl - polski
  • pt - português
  • ro - română
  • sk - slovenčina
  • sl - slovenščina
  • fi - suomi
  • sv - svenska
 Indice 
 Testo integrale 
Discussioni
Mercoledì 13 settembre 2017 - Strasburgo Edizione provvisoria

15. Sicurezza antincendio negli edifici (discussione)
Video degli interventi
PV
MPphoto
 

  Sergio Gaetano Cofferati (S&D ). – Signor Presidente, onorevoli colleghi, il numero degli incendi e le loro dimensioni negli ultimi anni confermano che siamo di fronte a un problema gravissimo che riguarda tutta l'Europa e che per essere contrastato ha bisogno di politiche comuni, convergenti: non si può lasciare ai singoli Stati membri il compito di prevenire o di intervenire quando si rende necessario.

Per questa ragione, credo che il punto dal quale partire sia la modifica del regolamento sui materiali da costruzione, a cominciare da quelli che riguardano le facciate e il rivestimento degli edifici: i singoli materiali, ma anche gli effetti che vengono prodotti dalla loro mescolanza, dal fatto che vengono utilizzati spesso insieme con conseguenze assai gravi, come si è visto in più di una circostanza.

Il secondo tema è approfondire la tossicità dei fumi dei materiali anche all'interno. Non è vero che tutto ciò che capita dentro è prodotto da ciò che ognuno di noi ha in casa o da ciò che occupa i vani e gli appartamenti; riguarda anche i rivestimenti interni, e anche questi hanno bisogno dello stesso severo controllo.

 
Ultimo aggiornamento: 9 novembre 2017Avviso legale